Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:00 METEO:PISA11°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 06 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Ibraimovich intervistato da Aldo Cazzullo: «Sì, ho paura di smettere di giocare. Chi vincerà lo scudetto?»

Attualità lunedì 14 ottobre 2019 ore 08:53

"Non abbiamo un pianeta B"

Operazione "SalvAmare" dei volontari del Rotaract, sulle spiagge di Marina di Vecchiano e della Torraccia a San Vincenzo, per raccogliere rifiuti



VECCHIANO — "SalvAmare - perché non abbiamo un pianeta B” è un service (così sono chiamate le attività dei club Rotary e Rotaract di tutto il mondo) promosso dalla Commissione Azione Interesse Pubblico del Distretto Rotaract 2071° guidato da Daniele Ciampalini, che ieri - domenica 13 ottobre 2019 - ha portato decine di volontari sulle spiagge libere di Rimigliano a San Vincenzo, in provincia di Livorno, e di Marina di Vecchiano, in provincia di Pisa, per liberarle dai rifiuti.

La pulizia, in collaborazione con l’associazione ambientalista Marevivo Onlus, è stata patrocinata dai Comuni di San Vincenzo e Vecchiano: più di 100 i volontari provenienti da tutta la Toscana per la mattinata ecologica, cui si sono aggiunti i numerosi passanti spronati dall’esempio dei giovani coinvolti.

Tra i rifiuti trovati a San Vincenzo: cannucce, bottiglie in plastica, pezzi di vetro e alluminio, attrezzatura da spiaggia usurata, una tanica di metallo, calcinacci ma anche una ingombrante tubatura di oltre quattro metri.

Ricco anche il “bottino” pisano dove i volontari hanno pulito anche il sentiero che attraversa la pineta fino alla bocca del fiume Serchio: circa 300 contenitori in vetro di varie dimensioni, 397 bottiglie in plastica, 179 lattine, 4 copertoni, polistirolo, una bicicletta, tanti – troppi – tappi, cannucce e mozziconi di sigarette e addirittura 41 tra scarpe e ciabatte.

Presenti, tra gli altri, il Capitano Valerio Chessari della Capitaneria di Porto di Piombino e il Maresciallo Massimiliano Costabile della Capitaneria di Marina di Pisa che hanno accolto con grande entusiasmo l’invito dei giovani volontari.

"Quella di oggi - hanno commentato dal Rotaract - rappresenta un’importante contributo non solo per la salvaguardia ambientale dell’ecosistema marino sul litorale toscano ma, soprattutto, sul piano educativo: sensibilizzare ad avere un atteggiamento più attento verso l’ambiente, al fine di valorizzarlo e non comprometterlo, è fondamentale per guardare al futuro con speranza. Stando alle proiezioni scientifiche, nel 2050 in mare ci saranno più rifiuti in plastica che pesci: l’auspicio della Presidente della Commissione promotrice, Rosamaria Domenica Orza, è che campagne come quella di SalvAmare possano riuscire ad accrescere l’attenzione dei cittadini sull’emergenza globale della marine litter al fine di stimolare l’adozione di comportamenti più sostenibili".

Il Rotaract ha in programma una ulteriore pulizia marittima in primavera per continuare a contribuire attivamente alla causa ecologica sul territorio.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I nuovi contagiati risiedono in gran parte nella zona del capoluogo ma ci sono casi anche in Valdera, comprensorio del Cuoio e alta Valdicecina
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Sport

CORONAVIRUS

Attualità