Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:15 METEO:PISA19°27°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 19 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
«Inginocchiati o ti sparo»: il video de Il Foglio della lite al ristorante di Albino Ruberti, capo gabinetto di Gualtieri

Politica martedì 04 agosto 2015 ore 09:10

"Nessuno beneficerà della riduzione dell'Imu"

L'altra San Giuliano:"Paga meno chi ha una casa concessa in comodato d’uso ai figli e coloro che esercitano un'attività in un fondo di loro proprietà"



SAN GIULIANO TERME — "Abbassare le tasse? La giunta Di Maio lo sta facendo nel modo furbo". L'altra San Giuliano attacca l'amministrazione sul fronte della tassazione.

"Sono due i punti di vanto per l'amministrazione: La riduzione del 10,38 per cento sull’Imu per le abitazioni concesse in comodato d’uso ai propri congiunti (figli, nipoti etc. etc.) e per coloro che esercitano una attività economica in un fondo di loro proprietà. Sorvolando sul secondo punto, visto che la pratica quotidiana con le attività commerciali ci dice che fra queste un'infinitesima percentuale possiede il proprio immobile d'esercizio mentre la stragrande maggioranza si trova in locali in affitto, è molto interessante far chiarezza sugli immobili in comodato per i figli. Come è noto tale riduzione, nell'ordine di pochissime decine di euro, andrebbe a favorire solo coloro che avessero registrato il comodato d'uso gratuito a norma di legge. Ovvero pochissimi. Anche perché la registrazione in forma scritta costerebbe non meno di 168 euro oltre all'imposta di bollo. Si è giocato sul fatto che, essendo antieconomico, nessuno procederà alla registrazione del contratto e quindi nessuno accederà allo sconto fiscale". 

Secondo L'Altra San Giuliano quindi, le tasse non calano. "La tassa sui rifiuti è aumentata di circa il 4 per cento. Un aumento orizzontale che coinvolgerà tutti i sangiulianesi. Per L'Altra San Giuliano non cambia la valutazione verso l'attuale maggioranza ed il suo lavoro".

"Sarebbe opportuno -concludono- che fosse recepito il nostro invito a far rete con i comuni dell'area Pisana e rompere le catene del patto di stabilità facendone uscire almeno i servizi imprescindibili per i propri cittadini: sociale, scuola e casa"


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il vento a oltre 140 chilometri orari e il nubifragio hanno spazzato il litorale e il centro di Pisa. Al lavoro il personale per la rimozione dei rami
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Attualità

Attualità