Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:50 METEO:PISA10°21°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 27 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Ddl Zan, Calderoli (Lega): «Meglio fermarsi qui che fare una 'porcata'»

Attualità venerdì 22 settembre 2017 ore 17:20

Tre nuovi partner per il Santuario dei cetacei

Il Comune di Pisa, Camaiore e Pietrasanta hanno firmato la carta di partenariato per la protezione dei mammiferi marini



PISA — I Comuni di Pisa, Camaiore e Pietrasanta hanno aderito al Santuario dei cetacei sottoscrivendo la carta di partenariato per la protezione dei mammiferi marini, un accordo tra Pelagos e Comuni del litorale finalizzato a ridurre al massimo le attività che hanno impatto su questi animali.

Al momento della sottoscrizione della carta viene consegnata ai Comuni aderenti la bandiera del Santuario dei Cetacei, con una cerimonia pubblica. La cerimonia  si è svolta oggi, all’interno di una giornata dedicata al Santuario dei Cetacei a cui hanno partecipato anche gli alunni della scuola elementary Newbery di Marina di Pisa. 

“La sottoscrizione della Carta di Partenariato del Santuario Pelagos da parte dei Comuni di Pisa, Camaiore e Pietrasanta – ha dichiarato il Sottosegretario al Ministro dell’Ambiente Velo - rappresenta un ulteriore passo in avanti per la reale tutela della preziosa area marina compresa tra Italia, Francia e Principato di Monaco dove vivono balene e altri cetacei. La presenza di questi magnifici animali rappresenta un’enorme risorsa per la scienza, l’economia e la cultura, a partire da quelle dei territori interessati. Fondamentale combattere qualsiasi forma di disturbo di questi “signori di mare”. Sono dunque qui per ribadire il mio impegno contro le collisioni tra le barche che solcano queste acque e i grandi cetacei, i rifiuti plastici in mare, l’inquinamento chimico e biologico e anche il cosiddetto air gun, la tecnica del bombardamento ad aria compressa per cercare petrolio. Auspico ora che ai 26 Comuni della Toscana che hanno aderito alla Carta di Partenariato del Santuario si uniscano i rimanenti nove”.

“L'adesione al partenariato non è soltanto un atto volto alla tutela ambientale, ma rappresenta per Pisa anche un'importante opportunità di promozione turistica della nostro litorale – ha dichiarato il vicesindaco Paolo Ghezzi. - Grazie all'avvenuta adesione al partenariato il Comune di Pisa si farà portatore di una particolare attenzione alla questione della tutela dei mammiferi marini attraverso una molteplicità di azioni, finalizzate alla riduzione di tutte quelle attività che potrebbero inficiare negativamente sul loro habitat naturale. Da oggi possiamo fregiare il nostro litorale della bandiera del Santuario, strumento in più per difendere il patrimonio ambientale e naturalistico marino della nostra costa”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il Coordinamento dei comitati cittadini lamenta scarsi controlli notturni e il dilagare in centro della mala movida. "Si rischia lo spopolamento"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità