Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:10 METEO:PISA12°19°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 06 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Omicidio Cerciello, la vedova in lacrime: «Questa sentenza non mi riporterà Mario»

Politica mercoledì 24 marzo 2021 ore 11:04

"Dalla giunta Conti idee poco chiare o assenti"

Le navette del PisaMover

"Preoccupa soprattutto l'assenza di una visione per Pisa: se ne immagina lo sviluppo solo quale periferia fiorentina" dice il capogruppo Pd Trapani



PISA — "Il Conti ballerino - scrive il capogruppo del Partito democratico in consiglio comunale, Matteo Trapani -. Tre mesi fa eravamo bloccati e immobili quanto a gestione aeroportuale, assenti in Cda e poco interessati agli effetti drammatici della pandemia sui lavoratori e sul sistema aeroportuale. Da allora una girandola di posizioni: un consiglio comunale in cui si è scagliato contro Peretola, interviste di retromarcia per la crescita sinergica, oggi un’imbarazzante corsa ad inseguire le giuste analisi e proposte del segretario Letta nell'idea di sviluppo integrato che da tanto tempo chiediamo. Son passati quattro mesi dall'approvazione della mozione a mia prima firma, con cui il consiglio ha unanimemente chiesto l'istituzione di una commissione speciale per il trasporto strategico e il Piano di sviluppo aeroportuale toscano. Abbiamo dovuto batterci in capigruppo a lungo per ottenerne una discussione in consiglio".

"A preoccupare è soprattutto, devo dire - prosegue Trapani -, l'assenza nelle dichiarazioni di Conti di una visione per Pisa: se ne immagina lo sviluppo solo quale periferia fiorentina. Dovremmo invece puntare e valorizzare un ruolo centrale della città nel sistema metropolitano costiero coinvolgendo seriamente anche le altre città a noi vicine in un vero progetto di area. La Pisa che vogliamo è il motore e centro di questa area di sviluppo. In questa direzione dobbiamo muoverci anche sul piano infrastrutturale".

Secondo il capogruppo Pd, "per assecondare questa vocazione dobbiamo immaginare e impegnarci con forza nella creazione di strutture per la mobilità sostenibile verso tutte le direttrici che convergono verso la nostra città: Livorno, il nord della Toscana e Lucca, la Valdera e il Valdarno. Un collegamento metropolitano che integri maggiormente tali aree che hanno già oggi vocazioni complementari e ne consenta lo sviluppo. Seguire questo percorso richiede lo sviluppo di strumenti di pianificazione destinati diversi da quelli immaginati fino ad ora dal Sindaco: più ampi e compositi, più ambiziosi".

"Anche sul people mover si dicono le cose a metà - osserva in conclusione Trapani - per nascondere l'incapacità di questa amministrazione di far funzionare l'opera, finendo per acuire problematiche ed errori di visione, pur presenti. Dare un futuro a questa infrastruttura richiede uno sforzo di pensiero che la immagini come il mezzo per un'integrazione tra i servizi aeroportuali, la stazione e la città. Faccio un esempio. Potremmo provare a superare le recriminazioni e immaginare una riorganizzazione dei servizi aeroportuali, con una parte di questi già collocati negli ampi spazi della stazione e che consenta ai passeggeri di effettuare i propri adempimenti pre imbarco? Possiamo ragionare sulle prospettive di sviluppo offerte da riqualificazioni di questi spazi e investimenti sulla digitalizzazione dell'hub? Per ultimo. Nessuna parola del sindaco sui lavoratori, sulla mobilità sostenibile che è inesistente nel piano in approvazione, nulla sul rilancio economico e turistico di Pisa. Pare che il sindaco non si sia mai svegliato".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I report di Regione e Asl segnalano 71 nuove positività in provincia di Pisa. Ecco i numeri che fotografano le ultime 24 ore
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS