QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 23°28° 
Domani 23°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 16 luglio 2019

Attualità sabato 06 ottobre 2018 ore 06:40

Autoscuole, ritardi negli esami

Autoscuole, ritardi esami. Il consigliere regionale Pieroni (PD): “Risolvere le carenze di personale per tutelare l’utenza”



PISA — “I disagi legati allo svolgimento degli esami si registrano ormai regolarmente anche in Toscana con danni, non solo economici, per gli utenti e le autoscuole – spiega Andrea Pieroni, illustrando la mozione di cui è primo firmatario –. La scarsità di esaminatori è una criticità segnalata da anni e da più voci, che in parte si è risolta con l’iniziativa ministeriale che prevedeva la possibilità per il personale non abilitato ma in possesso di determinate qualifiche di svolgere prove teoriche. Da qualche mese questo accordo è stato messo in discussione provocando un nuovo caos nella gestione dei calendari delle prove d’esame e a farci le spese sono gli utenti; l’area pisana è tra quelle maggiormente penalizzate da questo problema”.

Secondo il consigliere, nonostante le riorganizzazioni che si sono delineate nel tempo (tra cui quella che ha visto l’accorpamento degli uffici di Lucca, Pisa, Livorno e Massa Carrara) abbiano portato ad una razionalizzazione dei servizi e della spesa, “negli ultimi mesi si registrano su tutto il territorio nazionale, e quindi anche nelle nostre zone, numerosi problemi concernenti l’espletamento dei servizi richiesti dagli utenti”.

L’accordo tra categorie e Motorizzazione ha consentito di eseguire una percentuale elevata degli esami pratici in attesa, ma è stato rimesso in discussione dalla Direzione territoriale di Roma provocando quindi una notevole restrizione del numero delle sedute di esame.

“A pagarne le spese sono, come dicevo, gli utenti per lo più giovanissimi che affrontano il percorso per prendere la patente come una strada verso l’autonomia e la maturità – prosegue Pieroni –, a maggior ragione, quindi, dobbiamo farci portavoce di questi disagi ed intervenire per quanto di competenza regionale per risolverli e tutelare i cittadini che usufruiscono dei servizi delle autoscuole”.

In particolare, Pieroni nell’atto impegna la giunta regionale ad attivarsi con il Ministero competente, quello delle Infrastrutture e dei trasporti, affinché vengano adottate misure per superare i disagi, in termini non solo economici, causati all’utenza, oltreché alle autoscuole, che si riscontrano nel corso delle procedure d’esame per il conseguimento delle patenti di guida a causa di una disponibilità di esaminatori notevolmente inferiori rispetto alle necessità derivanti dalle richieste provenienti dalla medesima utenza.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca