Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:05 METEO:PISA18°25°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 22 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Jovanotti a sorpresa torna sul palco e canta al Festival of The Sun in Toscana
Jovanotti a sorpresa torna sul palco e canta al Festival of The Sun in Toscana

Politica mercoledì 10 gennaio 2024 ore 09:00

Caso Polizia Municipale, "Taciuti fatti gravi"

Ciccio Auletta

La posizione di Migliorini e le scelte del sindaco Conti: il consigliere comunale Auletta chiede trasparenza all'amministrazione comunale



PISA — La revoca dell'incarico di comandante della Polizia Municipale a Paolo Migliorini, nominato e rapidamente privato del ruolo a seguito di un'ordinanza del sindaco Michele Conti, continua a tenere banco.

Il primo a sollevare il dibattito politico sul tema, il capogruppo di Diritti in Comune Ciccio Auletta, è infatti tornato sul tema attaccando anche il deputato Edoardo Ziello, considerato principale promotore della nomina.

"Ziello resta silenzioso sulle azioni da lui intraprese per promuovere la nomina di Migliorini, la cui difesa a oltranza resta sempre più misteriosa e su cui sarebbe bene facesse chiarezza - ha detto - a parlare, infatti, sono gli atti che lo stesso Ziello conosce benissimo e che volutamente ignora. La questione è ancora più rilevante con l'adozione della nuova macrostruttura, con cui è venuta meno la distinzione tra funzione amministrativa e politica, perché la direzione della Municipale è posta direttamente sotto il controllo del sindaco".

"La revoca dell’incarico a Migliorini, avvenuta dopo una nostra richiesta di accesso agli atti, si basa sulla relazione del dirigente comunale competente - ha aggiunto Auletta - che evidenzia come, a seguito di due note provenienti dalla Procura, è emerso che Migliorini avrebbe omesso di dichiarare informazioni necessarie all'attribuzione dell'incarico, non dichiarando l'esistenza di procedimenti penali a suo carico".

La responsabilità, dunque, sarebbe dello stesso Migliorini. "Il garantismo è il fondamento del nostro ordinamento e, pertanto, delle eventuali responsabilità penali di Migliorini si occuperà la magistratura - ha commentato - ma la trasparenza è altrettanto fondamentale e resta il fatto che Migliorini avrebbe taciuto consapevolmente dei fatti di estrema importanza, dimostrandosi quantomeno inaffidabile, in particolare per un incarico di tale delicatezza e che attribuisce enormi poteri".

Per Auletta, comunque, la scelta del sindaco Conti era comunque contestabile, indipendentemente dalle dichiarazioni fornite da Migliorini. "Già nel 2022 era stato oggetto di un provvedimento di revoca dell’arma di ordinanza e, a seguito della relativa istruttoria, non gli era stata conferita la qualifica di agente di pubblica sicurezza - ha concluso - è un fatto molto grave, considerata la posizione che lo stesso Migliorini già ricopriva. Cosa intende fare l’amministrazione comunale? Sono state intraprese delle azioni in merito alle evidenziate omissioni dell’ex comandante? Di fronte a questi atti l’onorevole Ziello non ha nulla da dire? Esigiamo trasparenza e chiarezza".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un riconoscimento economico alle associazioni sportive che parteciperanno al progetto di inclusione per i bambini e le bambine dei nuclei più fragili
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Politica

Attualità

Attualità