QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 12° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 15 novembre 2019

Attualità lunedì 30 settembre 2019 ore 17:50

Comune premiato per il verde ma gli alberi muoiono

Premio per l'amministrazione comunale all'EcoTechGreen di Padova. Ma di fronte a "Tuttomondo" alberi piantati da poco sono stati lasciati morire



PISA — Il Comune di Pisa è stato premiato sabato al Forum internazionale EcoTechGreen Award 2019 a Padova, a cui hanno partecipato 90 progetti a livello europeo, dove ha ricevuto una menzione speciale per il progetto “Masterplan e Infrastruttura verde a Pisa”, con la motivazione specifica di interventi finalizzati a contrastare i cambiamenti climatici. A ritirare il premio internazionale, promosso ogni anno dalla rivista Paysage, l’assessore Raffaele Latrofa e il dirigente Fabio Daole.

L'amministrazione Conti ha ereditato il masterplan del verde dall'amministrazione precedente, così come gli alberi nella piazzetta dove si trova l'opera Tuttomondo di Keith Haring. Alberi che, piantati pochi anni fa, ora che è trascorsa l'estate si mostrano in buona parte secchi, per non dire morti.

L'augurio è che si tratti di un singolare incidente di percorso, perché l'obiettivo del masterplan sarebbe proprio quello di razionalizzare al massimo la gestione del verde.

“Dopo l’adozione del documento per la costituzione dell’Infrastruttura Verde - ha spiegato l’architetto Daole -, che ha dotato il Comune di Pisa tra i primissimi in Italia, di un un piano strategico che delinea le azioni da intraprendere non solo per incrementare le aree verdi, ma soprattutto per stabilire connessioni tra giardini pubblici, piste ciclabili, alberature, parchi e aree naturali presenti sul territorio, nel 2019 l’Amministrazione ha iniziato a dare sviluppo al piano, investendo maggiori risorse nella riqualificazione del verde nelle piazze, nella messa a dimora di impianti arbustivi e floreali e soprattutto nel piano di rinnovo arboreo, come strumento per contrastare i cambiamenti climatici”.

“Nel 2019 - ha aggiunto l'assessore Latrofa - sono state installate complessivamente 11.500 piantine, tra perenni e stagionali, ad impianto arbustivo. Nell’investimento delle risorse e nella scelta delle essenze abbiamo perseguito il duplice obiettivo di portare bellezza nelle piazze di centro storico e litorale, ma anche di favorire la biodiversità. Sul fronte del rinnovo arboreo, su circa 18mila piante censite in collaborazione con l’Università di Pisa nel monitoraggio sullo stato di salute del patrimonio arboreo, nel 2019 sono 1073 le piante individuate in condizioni critiche, su cui si interverrà con un progetto complessivo di rinnovo arboreo che verrà elaborato confrontandoci con i migliori esperti, nella prossima Biennale di Architettura. Il nostro impegno per contrastare i cambiamenti climatici, come ha detto il Sindaco Michele Conti, non è fatto di proclami vuoti ma di azioni concrete, in cui l’investimento nel rinnovo arboreo e nelle infrastrutture verdi ha un ruolo di primo piano".

“In questo primo anno di amministrazione - conclude l’assessore - abbiamo stanziato oltre 2 milioni 252 mila di euro in opere a verde, riqualificando tanti spazi verdi in città e sul litorale e nei prossimi mesi partirà la riqualificazione di piazza Belvedere, piazza Baleari a Marina, la risistemazione delle principali rotatorie e il restyling del verde in piazza Vittorio Emanuele, a cui seguirà il progetto di “raggi verdi” per estendere il concetto del decoro urbano dentro l’asse pedonale del centro. A questi investimenti si aggiungono le risorse stanziate per il servizio di Global Service di manutenzione del Verde, in scadenza a breve, che per il prossimo anno viene raddoppiato come importo e diviso in due contratti, uno per il decoro urbano e uno solo destinato al rinnovo arboreo. In accordo con il Sindaco abbiamo deciso di cambiare la modalità di appalto per assicurare ancora maggiore qualità. Questa la risposta concreta a coloro che, minimizzando il grande lavoro degli uffici, ci avevano liquidato con la frase tanto rumore per due fiorellini”.

Ma sul fronte del rinnovo arboreo c'è un altro caso che ha fatto discutere in questi ultimi due mesi: la rimozione degli alberi di via Benedetto Croce, che al contrario di quelli della piazzetta di Tuttomondo erano ben in salute. Sono stati eliminati per consentire l'allargamento del marciapiede e, con molta probabilità, saranno sostituti con alberi nuovi, ricordando quel che faceva Penelope con la sua tela...



Tag

Venezia, danni alla Basilica di San Marco: la cripta allagata

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca