Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:15 METEO:PISA12°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 10 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Rubavano nella mensa dell'ospedale: il bottino da 24mila euro in appena due mesi

Lavoro mercoledì 24 febbraio 2021 ore 18:42

Corrieri in sciopero contro la cassa integrazione

Giornata di sciopero per i lavoratori delle aziende che forniscono il servizio di consegna per Amazon. La posizione del colosso dell'e-commerce



PISA — Quella di oggi è stata una giornata di sciopero per circa trenta lavoratori delle aziende che forniscono il servizio di consegna per Amazon, contro il ricorso alla cassa integrazione.

"La Uiltrasporti Toscana  - si legge in una nota del sindacato- con questa iniziativa ha voluto rimarcare la propria contrarierà al ricorso alla cassa integrazione per un settore che durante la pandemia ha visto aumentare il proprio giro di affari". 

Questa mattina i lavoratori si sono dati appuntamento nei pressi della sede Amazon di Montacchiello, dove stamani hanno tenuto un presidio.

“Le giornate non lavorate sono conseguenza di un incremento spasmodico del numero di consegne affidate ad ogni corriere - dice Marco Sarlo della Uiltrasporti Toscana - Una mole di lavoro tale che pone anche un serio problema di stress per i lavoratori con quello che ne può conseguire in termini di sicurezza. E’ un fatto grave che denunciamo con forza. Saremo a fianco dei lavoratori per rivendicare carichi di lavoro sostenibili e non accetteremo, soprattutto in questo particolare momento per il Paese, l’utilizzo di ammortizzatori sociali se non strettamente necessari"..

Per mezzo di una nota, Amazon ha reso nota la sua posizione in merito alla vicenda. "Le piccole e medie imprese in tutta Italia  - si legge nella nota diffusa dall'ufficio stampa di Amazon - offrono opportunità di lavoro a migliaia di persone per la consegna dei pacchi ai clienti Amazon. Il nostro è un business stagionale e per questo lavoriamo a stretto contatto con i nostri fornitori di servizi di consegna per consentire loro di pianificare adeguatamente le loro esigenze operative. Amazon richiede a tutti i fornitori di servizi di consegna di rispettare il Codice di Condotta dei Fornitori Amazon, attento a garantire che gli autisti abbiano compensi e orari di lavoro adeguati e che vengano rispettati gli accordi definiti dal Contratto Nazionale Trasporti e Logistica. Stiamo inoltre esaminando la fondatezza di queste affermazioni e saremo pronti a prendere gli opportuni provvedimenti nel caso in cui i nostri partner non siano in linea con tali aspettative".

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Per i soccorsi è stato richiesto l'intervento dell'eliambulanza Pegaso. L'incidente attorno alle 11,30 in via Poggiberna, nei pressi di Pomaia
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca