comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:05 METEO:PISA10°14°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 05 dicembre 2020
Tutti i titoli:
corriere tv
Visoni e Covid, filmato l'abbattimento di migliaia di animali in Lombardia

Attualità venerdì 30 ottobre 2020 ore 16:18

Covid, Regione in soccorso di Toscana Aeroporti

Proposto dall'assessore regionale Marras un sostegno da dieci milioni di euro per gli aeroporti di Pisa e Firenze, duramente colpiti dall'emergenza



PISA — Da gennaio a settembre 2020, a causa delle restrizioni dovute all'emergenza Covid-19, l'aeroporto di Pisa "Galilei" ha perso il 72,9 per cento dei passeggeri rispetto allo stesso periodo del 2019. Dallo scalo pisano sono cioè transitati in nove mesi un milione e 153mila passeggeri, ben poca cosa rispetto ai 4 milioni e 255mila dei primi nove mesi dell'anno precedente. Anche a Firenze Peretola il calo di passeggeri è stato del 72,7 per cento, passando dagli oltre due milioni di passeggeri del 2019 ai circa 600mila del 2020.

Un duro colpo per Toscana Aeroporti, la società che gestisce i due scali toscani, nonché per i suoi lavoratori e per l'indotto. Per questo motivo l’assessore regionale all’economia Leonardo Marras ha portato nell’ultima seduta di giunta una proposta di modifica alla legge 75, approvata ad agosto dal Consiglio uscente, così da concentrare dieci milioni di euro in aiuti su Toscana Aeroporti e i due scali "Galilei" e "Vespucci".

“Vogliamo intervenire perché sostenere gli aeroporti vuol dire aiutare anche l’indotto che vi gira attorno – ha sottolineato il presidente della Toscana, Eugenio Giani - e i settori che della mobilità delle persone beneficiano, destinati a tornare volano di sviluppo importante quando saremo usciti dall’attuale emergenza sanitaria”. 

“Gli effetti sono stati pesantissimi – così Marras sul drammatico calo dei passeggeri nei due aeroporti  – e per questo abbiamo deciso di intervenire concentrando le risorse a disposizione su questi due aeroporti”.

"La Commissione europea ha chiarito che il Covid-19 può essere considerato alla stregua di una calamità naturale - hanno puntualizzato dalla Regione Toscana -, per cui sono ammessi aiuti di Stato. Con la proposta di legge si potrà così garantire una sovvenzione fino al 100 per cento dei danni subiti in quattro mesi ,da marzo a giugno. Basterà dimostrare un nesso con le misure di contenimento da Covid-19. Naturalmente l’eventuale ristoro sarà riconosciuto al netto di qualsiasi importo recuperato da assicurazioni, contenziosi, arbitrati o altra fonte, calcolato sui ricavi persi e detratti i costi evitati durante il periodo oggetto di risarcimento".

Nel pieno della pandemia Covid-19, da marzo a giugno del 2020, lo scalo di Firenze è stato chiuso e su Pisa ha operato un solo volo al giorno, il Pisa-Roma di Alitalia, utilizzato esclusivamente per i rientri da e per l'estero.



Tag

Programmazione Cinema Farmacie di turno


Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Cronaca

CORONAVIRUS