Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:30 METEO:PISA8°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 06 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Il crollo degli edifici ore dopo il sisma in Turchia: i video ripresi con gli smartphone

Attualità mercoledì 21 settembre 2022 ore 14:12

Dal Pnrr 750mila euro per la digitalizzazione

Il Comune si è aggiudicato il finanziamento partecipando a due bandi nell’ambito del Piano nazionale di ripresa e resilienza



PISA — Fanno centro due progetti presentati da palazzo Gambacorti per la digitalizzazione dei servizi comunali. Ammonta a circa 750mila euro la cifra che il Comune di Pisa, tramite la Direzione sistemi informativi, si è aggiudicato partecipando a due bandi nell’ambito del Pnrr. 

Lo rende noto l'ente, che per mezzo di una nota, entra nel dettaglio dei progetti ammessi a finanziamento.

"Il primo dei due progetti presentati dal Comune, finanziato per circa 419mila euro, prevede - si legge nella nota trasmessa da Palazzo Gampacorti-  la migrazione verso soluzioni cloud qualificate di alcuni servizi al fine di ottimizzarne il livello di efficienza ed affidabilità; i servizi che verranno migrati riguardano principalmente le aree dei demografici, contabilità finanziaria, personale e flusso documentale. Il secondo dei due progetti, finanziato per circa 328mila euro, si prefigge invece due obiettivi. Da un lato quello di migliorare il sito comunale mettendo a disposizione dei cittadini delle interfacce coerenti, fruibili ed accessibili, secondo un modello di sito comunale standardizzato e comune per tutte le Pubbliche Amministrazioni. Il modello standard per i siti comunali è stato realizzato e sviluppato nell’ambito del progetto Designers Italia grazie anche alla collaborazione del Dipartimento della Trasformazione Digitale (Dtd) e della Agenzia per l’Italia Digitale (Agid). Il modello per i siti dei comuni, oltre a favorire il rispetto delle normative vigenti, anticipa anche alcuni standard a livello europeo in termini di trasparenza. Il modello si pone quindi lo scopo di migliorare l’esperienza dei cittadini attraverso la ridefinizione dell’architettura informativa del sito e la riprogettazione delle sue interfacce; tutto questo consentirà di migliorare la navigazione, l’usabilità e l’accessibilità del sito da parte dei cittadini".

"Dall’altro il miglioramento dei servizi digitali per il cittadino. L’obiettivo - spiega l'ente- è quello di 'mettere a disposizione dei cittadini una serie di procedure erogate a livello comunale, tramite interfacce standardizzate e con flussi di servizio quanto più possibile uniformi'. L’implementazione di tali servizi, oltre a consentire il raggiungimento e rispetto delle Linee Guida a livello nazionale, anticipa anche in questo caso gli standard europei migliorando in tal modo la qualità complessiva dell’esperienza del cittadino. I cittadini, attraverso questi strumenti interattivi, potranno quindi presentare una domanda per ottenere bonus economici, richiedere l’assegnazione di un alloggio, presentare una domanda di partecipazione ad un concorso, richiedere la sepoltura di un defunto, richiedere una pubblicazione di matrimonio e richiedere l’accesso agli atti. Tutto questo direttamente dal proprio computer, tablet o smartphone, utilizzando interfacce standardizzate e comuni ad altri siti della pubblica amministrazione".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Addio a Renato Bacconi, segretario generale dal 1981 al 1990. Il cordoglio del sindacato: "Sempre in prima linea per i diritti dei lavoratori"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca