Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:00 METEO:PISA21°29°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 16 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Metsola ricorda Sassoli e l'Aula applaude: «Ho promesso di rendere onore alla sua eredità»
Metsola ricorda Sassoli e l'Aula applaude: «Ho promesso di rendere onore alla sua eredità»

Attualità domenica 07 luglio 2024 ore 08:00

Diffusi i dati del bilancio di genere per l'Ateneo

Dal personale amministrativo agli studenti, passando per la governance: l'Università studia la propria comunità sotto la lente della parità di genere



PISA — È stato pubblicato il bilancio di genere per l'anno accademico 2022/2023 dell'Università di Pisa, che analizza la distribuzione di genere per quattro categorie della comunità universitaria pisana: gli studenti, il personale docente, quello tecnico amministrativo e la governance.

"I dati mostrano come il percorso delle donne sia contraddistinto da quel fenomeno che in letteratura viene definito leaky pipeline ovvero simile al tubo che perde - ha commentato il rettore Riccardo Zucchi . un’immagine che sta a identificare la progressiva dispersione delle donne con l’avanzamento delle carriere scientifiche. È necessario, per questo, potenziare il nostro impegno nelle strategie di cambiamento e favorire la conciliazione dei tempi di vita e lavoro".

Per quanto riguarda il personale tecnico e amministrativo, vi è una forte predominanza della componente femminile con un 62% sul totale valido per tutti i livelli di carriera ad esclusione di quello dirigenziale, dove si raggiunge la parità.

A proposito della componente studentesca, si rileva il fenomeno della segregazione orizzontale, ovvero una prevalenza di studentesse in alcune discipline ossia l’area medica e quella umanistica, e una maggioranza maschile negli studi delle discipline Stem, cioè scienza, tecnologia, ingegneria e matematica, dove le studentesse sono meno del 13%.

Complessivamente, le studentesse iscritte all’ateneo di Pisa sono quasi il 52% e quelle laureate sono un po’ di più, peraltro con tempi di laurea e voti migliori dei colleghi maschi.

La governance, infine, si caratterizza per una diffusa maggioranza maschile anche in conseguenza del fatto che le possibilità di accesso ad alcune posizioni sono connesse al ruolo di appartenenza; quindi, la scarsa presenza femminile in incarichi di governo è direttamente collegata con la scarsa presenza femminile in ruoli apicali.

"Ci sono comunque segnali positivi, a dimostrazione che l’Ateneo si stia muovendo nella giusta direzione - ha detto la professoressa Nadia Pisanti che ha coordinato il gruppo di lavoro per la redazione del bilancio - ad esempio, nei 20 Dipartimenti del nostro Ateneo, sino al 2019 c’era una sola direttrice, nel 2023 ce n’erano tre, con l’ultima tornata elettorale appena trascorsa siamo arrivati a otto".

Il Bilancio di genere 2022-2023 è stato redatto da un gruppo di lavoro nominato dal rettore e presieduto dalla professoressa Pisanti, di cui hanno fatto parte il dottor Francesco Giorgelli, il professor Mauro Sylos Labini, le dottoresse Alessandra La SpinaFrancesca Pecori, e la professoressa Renata Pepicelli.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Le musiche di Battiato, Battisti, Dalla e Carrà assieme a Sandy Marton e Tracy Spencer saranno i protagonisti di tre date del cartellone di Marenia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità