Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:00 METEO:PISA13°20°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 24 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
L'ultima di Valentino Rossi, si commuove per la festa e lancia il casco ai suoi tifosi

Politica mercoledì 04 luglio 2018 ore 10:15

Effetto Lega, tolto lo striscione per Regeni

Era appeso al terrazzo del Comune che si affaccia su ponte di Mezzo. La rimozione è stata uno dei primissimi provvedimenti del sindaco Conti



PISA — Tra i primi segni tangibili della nuova amministrazione comunale targata Lega c'è la scomparsa dal terrazzo di palazzo Lanfranchi dello striscione con la scritta "Verità per Giulio Regeni". Si tratta di un provvedimento da poco, di quelli per i quali non servono firme, ma denso di significati, che fa capire subito ai numerosi passanti che "l'aria è cambiata".

Del resto Salvini, da poco insediato al Viminale, non aveva tardato a commentare al Corriere di comprendere bene la richiesta di giustizia della famiglia di Giulio Regeni, "ma per noi, l’Italia - queste le parole del leader della Lega e ministro all'Interno -, è fondamentale avere buone relazioni con un Paese importante come l’Egitto”.

Parole che furono duramente criticate dagli attivisti di Amnesty International: “Da una parte Salvini ritiene che la richiesta di giustizia sia un’esclusiva della famiglia di Giulio e non invece di tutta l’Italia, essendo in gioco la democrazia del nostro paese. E dall’altra passa su un Regime dove ogni giorno spariscono due persone, proprio com’è accaduto a Giulio, e dove tengono in carcere persone come Amal Fathy, moglie del consulente legale della famiglia Regeni al Cairo, Mohammed Lotfy, in carcere da settimane con accuse gravissime e assolutamente non provate”.

I pisani che ritengono la questione Regeni non un fatto privato ma nazionale e di democrazia, insomma, non facciano più affidamento sul Comune. In città, ad ogni modo, striscioni che chiedono "Verità e giustizia per Giulio Regeni" resistono, ad esempio al Teatro Verdi e alla Scuola Sant'Anna. Segno che l'aria in città non è cambiata del tutto, almeno per il momento.

AGGIORNAMENTO - Il sindaco: "Lo striscione per Regeni tornerà al suo posto"

Guido Bini
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un'altra vittima del Covid sul territorio provinciale pisano e altri 36 nuovi casi. In Toscana ci sono 5 decessi e 285 nuovi casi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

CORONAVIRUS

Cronaca

Cronaca