Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:41 METEO:PISA20°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 28 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Casellati contro Santangelo (M5S): «Lei è un grande maleducato, io l'ammonisco

Elezioni 2020 mercoledì 26 agosto 2020 ore 14:58

Eligi, "L'Europa C'è"

Federico Eligi

Il capolista nel collegio provinciale pisano per Italia Viva e +Europa rimarca come l'Europa abbia stanziato 265 milioni per la Toscana



PISA — "La Commissione europea ha autorizzato il trasferimento di 264 milioni di euro ( 154 già autorizzati dalla Commissione e 110 che lo saranno a giorni) per investire in sanità, piccole e medie imprese, digitalizzazione, lavoro ed istruzione dal fondo europeo per lo sviluppo regionale", spiega Eligi.

"Queste risorse saranno investite subito per l’emergenza sanitaria, economica e scolastica causate dalla grave pandemia che ha colpito anche il nostro territorio. Un importante risultato che è stato possibile anche grazie alla capacità della Regione Toscana, che ricordiamo essere una delle prime come capacità di spesa per i fondi europei, di rimodulare la destinazioni delle risorse e la celerità di risposta della Commissione europea. E’ opportuno sottolineare che si tratta di risorse aggiuntive e le opere già programmate subiranno solo un leggero ritardo.

Vediamo la distribuzione delle risorse. I primi 154 milioni andranno: 10 alla sanità, 141 per sostenere le piccole e medie imprese e 3,7 per la digitalizzazione delle scuole. I successisi 110 milioni andranno: 60 milioni per la sanità, 1,3 per l’istruzione, 18,7 per il lavoro e 30 al sociale.

L’ Unione europea per rendere più veloce l’impiego delle risorse ha tolto per l’Italia anche l’obbligo del cofinanziamento considerando le difficoltà del nostro paese a reperire le dovute risorse. Mi chiedo dove siano finiti tutti quelli che fino a qualche mese fa, annunciando fantasiose e mirabolanti manovre per reperire risorse, inveivano contro l’Europa dei burocrati lontana dai cittadini con conseguenti appelli ad abbandonare le istituzioni europee. Diciamo la verità se avessimo dato retta ai sovranisti ed ai populisti adesso l’Italia non avrebbe avuto le risorse necessarie per risollevarsi. L’Europa ha dimostrato di essere al nostro fianco e spetta la nostro paese essere all’altezza di questa sfida enorme".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un servizio da anni sperato e invocato dai residenti del litorale. Il cantiere, partito in questi giorni, dovrebbe durare 6 mesi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Politica

Attualità