Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:00 METEO:PISA18°21°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 28 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Lavinia Mennuni, chi è l'outsider che ha sconfitto Bonino e Calenda a Roma centro: «Ho vinto girando casa per casa»

Politica mercoledì 16 marzo 2016 ore 19:05

Fontanelli:"Primarie obbligate per sindaco a Pisa"

Il deputato Pd e questore della Camera Paolo Fontanelli parla a QuiNewsPisa dei futuri scenari politici nazionali e locali



PISA — "Le primarie per la scelta del candidato sindaco di Pisa sono una scelta obbligata. Si andrà a votare per un candidato sindaco nuovo. E' giusto farle, con regole certe e con chiarezza". A dirlo il deputato pisano ed ex sindaco della città Paolo Fontanelli che aggiunge:"Mi auguro che nel frattempo il partito introduca della modifiche con la creazione di un albo degli elettori. Abbiamo visto recentemente primarie svolte senza regole e con operazioni discutibili".

Fontanelli, a proposito di Pd, commenta anche la candidatura del presidente della Regione Toscana Enrico Rossi alla segreteria del partito:"E' emersa in un quadro poco chiaro. Rossi dice di volere fare il segretario ma non il premier quando lo statuto del partito sostiene esattamente il contrario. In più bisognerà valutare i contenuti politici. Rossi si è proposto contro Renzi ma finora non ha elaborato soluzioni alternative".

E il futuro della sinistra del Pd? "A livello nazionale la situazione è frammentata, chi è uscito dal partito ha dimostrato che fuori dal Pd si va poco lontano. Dentro, invece - dice ancora Fontanelli -  è in atto un processo aggregativo che va incoraggiato. Bisogna fare una battaglia di chiarezza sulla linea, per capire se il Partito Democratico guarda ancora a sinistra o vuole tendere ad essere una forza di centro". 

Tornando sul locale, in questi giorni, il dibattito politico si è infiammato sulle unioni dei comuni, con quella della Valdera che si è rotta in due e a Volterra si sono ritrovati i sindaci dei piccoli centri per gridare il proprio no alle fusioni:"La linea di gestioni associate e riordini è giusta - sostiene il deputato - ma va fatta in modo giusto, senza forzature, con la giusta discussione. Già il sistema delle autonomie locali è messo in crisi - dice ancora Fontanelli - dunque le unioni vanno fatte senza aumentare i costi e unificando veramente i servizi".

Sulla costa della Toscana finalmente si sta provando a fare squadra, con la Regione che ha varato una commissione ad hoc presieduta dal pisano Antonio Mazzeo per colmare il divario col centro:"Giusto, ma il lavoro da fare è tanto - sostiene ancora Fontanelli - Il tema resta quello di costruire un percorso e un progetto di sviluppo nuovo per Pisa, Lucca e Livorno. Servono concretezza e nuovi processi".      


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Parla il segretario del PD Oreste Sabatino dopo il sorpasso di FdI in provincia ma con i dem leader in città dove "andiamo avanti con il confronto"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alessandro Canestrelli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità