Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:PISA11°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 04 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Davide Giri ucciso a New York, il dottorando italiano è stato accoltellato

Politica domenica 04 novembre 2018 ore 10:53

"Quella di Danti è una inutile provocazione"

Giulia Gambini (Nap-Fdi)

Così la consigliera comunale Giulia Gambini (Nap-Fdi) commentando l'azione dell'ex assessore che sedutosi in piazza dei Cavalieri si è fatto multare



PISA — "Con riferimento alla provocazione dell'ex assessore Danti - questo il commento di Giulia Gambini su quanto avvenuto ieri sera e da noi raccontato stamani (Multato l'ex assessore Danti che sfida l'ordinanza) -, in merito all'ordinanza antidegrado applicata nei suoi confronti in Piazza dei Cavalieri, come consigliere comunale ma prima ancora come pisana, ci tengo a precisare che in molti per fortuna sono d'accordo con tali provvedimenti, in quanto preferiscono una piazza pulita e profumata all'odore di vomito, all'odore di alcool rovesciato sugli scalini della Chiesa, all'odore di urina, alla gente che seduta spaccia indisturbata, alle bottiglie di vetro abbandonate in terra e ridotte sistematicamente in frantumi, alle persone che fino alle 5 del mattino si sentono libere di urlare e gridare impadronendosi della nostra città senza il minimo rispetto".

"La situazione descritta riguarda non solo Piazza dei Cavalieri - prosegue la consigliera Gambini - che purtroppo ne è diventata il triste simbolo. Forse con il suo gesto vuol dire alla città che per lui viverla è farlo nel modo in cui ho appena descritto, ovvero quello che si ripeteva ogni notte nella nostra città, sia più chiaro e non si limiti a mettere in atto queste provocazioni inutili. Spieghi a questi giovani, sicuramente maggiorenni visto che frequentano l'università, come ci si deve comportare e come si vive in una società civile, insegni loro che ci sono anche delle regole da rispettare e che non tutto è dovuto. Perché si, alla base della convivenza civile ci sono delle regole e soprattutto il rispetto anche del bene comune che proprio perché tale è di tutti e non di nessuno".

Dello stesso tenore il post su Facebook dell'onorevole Edoardo Ziello (Lega) a commento della notizia pubblicata stamane da QUInews Pisa.

"Ieri sera - ha scritto il deputato del Carroccio - l’ex assessore alla cultura, della Sinistra pisana, ha provato a forzare la nostra ordinanza anti degrado, sedendosi sul colonnato della magnifica chiesa di Santo Stefano, in piazza dei Cavalieri e non sugli scalini o sul pavimento, poiché bagnati dalle idropulitrici. Inutile scrivere che in neanche dieci minuti i vigili urbani hanno provveduto ad elevare la multa di cento euro al trasgressore che, visto il suo passato, avrebbe dovuto dare l’esempio, rispettando i provvedimenti del Comune, anziché provare a fare il portabandiera dei bivacchi e del disordine urbano".

"Persone come l’ex assessore - ha aggiunto Ziello - che al posto di contribuire a tutelare dei luoghi simbolici, come piazza dei Cavalieri, si mettono a violare i provvedimenti delle Autorità, contribuendo ad alimentare il caos, sono dei nemici della nostra città e li combatteremo duramente per il bene di Pisa.  Abbiamo dichiarato ufficialmente guerra a chi vorrebbe ridurre Pisa ad una discarica".



Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un uomo residente nel Pisano è stato arrestato dalla polizia postale. L'indagine della procura di Firenze si sviluppa anche in altre province toscane
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità