Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:30 METEO:PISA10°21°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 16 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Putin scocciato con la reporter Usa: «Lei è una bella donna ma non ascolta»

Attualità sabato 22 giugno 2019 ore 15:16

"Il Comune aderisca a Toscana Pride"

La consigliera regionale Alessandra Nardini

La consigliera regionale Alessandra Nardini (Pd) ha postato una foto del sindaco di Milano con i calzini arcobaleno: "Conti, esci i calzini anche tu"



PISA — La consigliera regionale Alessandra Nardini (Pd) ha postato su Facebook una foto del sindaco di Milano Giuseppe Sala con i calzini arcobaleno in vista e ha rivolto un appello al primo cittadino pisano: "Appello al sindaco di Pisa Michele Conti #esciicalzini anche tu! Unisciti al popolo che lotta per i diritti e per la libertà" ha scritto la consigliera sul popolare social network per richiedere l'adesione del Comune a Toscana Pride, che si terrà proprio a Pisa il prossimo 6 luglio.

La consigliera ha sollecitato l'adesione formale dei Comuni al Toscana Pride - molti hanno già aderito - anche in via formale e istituzionale, presentando una mozione in Consiglio regionale e ha annuniciato che parteciperà personalmente alla manifestazione accanto al popoloLGBTIQA.

"La Toscana è sempre stata un'apripista in Italia in questo ambito  - sottolinea Nardini- e dovrà continuare a essere protagonista della difesa dei diritti acquisiti e della battaglia per ottenere importanti ulteriori conquiste". 

La mozione presentata da Nardini avanza alcune richieste alla Regione:

- confermare la propria adesione e partecipazione al Toscana Pride 2019 che vedrà il culmine con la manifestazione prevista a Pisa il prossimo 6 luglio;
- attivarsi, contestualmente, per sollecitare tutti i Comuni della Toscana a fare altrettanto, indipendentemente dal colore politico delle amministrazioni locali;
- continuare a garantire il pieno sostegno alle politiche per favorire l'inclusione sociale delle soggettività LGBTIQA+, a partire dalla piena attuazione della l.r. 63/2004;
- promuovere e discutere, anche a livello regionale per quanto di propria competenza, provvedimenti contro i crimini d’odio (“hate crimes”) che prevedano anche e soprattutto processi efficaci di prevenzione degli stessi; nonché, in via generale, promuovere politiche accurate e inclusive in tutti i contesti sociali;
- potenziare, sempre nell’ambito delle competenze regionali, i percorsi educativi previsti all’interno dei sistemi scolastici, anche formando e supportando le figure coinvolte nei processi di educazione (dirigenti, docenti, genitori ecc.), finalizzati a contrastare qualsiasi forma di discriminazione;
- promuovere un dialogo costante, programmatico, operativo e costruttivo con le Associazioni che compongono il Comitato Toscana Pride attraverso la costituzione di tavoli di discussione a livello regionale e promuovendo gli stessi anche a livello comunale;
- sollecitare l’ingresso di tutte le Pubbliche Amministrazioni della Toscana ad aderire alla Rete Ready e consolidare le buone pratiche attuate ad oggi, assicurando continuità e costanza al sostegno economico regionale.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Unica soluzione per non perdere le spiegazioni del prof, vista l'alternanza di lezioni in presenza e a distanza e la mancanza di spazi disponibili
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca