QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 5° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 29 febbraio 2020

Spettacoli mercoledì 29 gennaio 2020 ore 17:05

La Torre in Lego con trentottomila mattoncini

Ci sarà anche la Torre di Pisa tra i monumenti rappresentati in un'area che ospiterà i monumenti e i simboli più iconici del territorio italiano



PISA — A fine maggio sarà inaugurato Legoland Water Park, il primo Legoland Water Park d’Europa e primo al mondo costruito all’interno di un parco Divertimenti non a marchio Legoland; sarà un parco acquatico realizzato con milioni di coloratissimi mattoncini  dove tutti gli appassionati potranno divertirsi e sperimentare con la propria fantasia.

Una delle attrazioni che maggiormente attirerà l’attenzione e la curiosità dei visitatori sarà sicuramente la Miniland, un’ampia area che ospiterà un centinaio di LEGO Models che rappresenteranno in scala 1:20 i monumenti e i simboli più iconici del territorio italiano.

Tra questi non poteva assolutamente mancare la Torre di Pisa, uno dei simboli d’Italia più conosciuti e apprezzati a livello internazionale, rappresentato qui nei minimi dettagli: dalle arcate alle loggette, fino alla bandiera rossa e bianca sulla cima.

La costruzione di questo modello - alto più di 2 metri, composto da 38.000 mattoncini Lego e da oltre 70 elementi diversi - ha coinvolto un designer e tre costruttori per un totale di ben 321 ore di lavoro. La principale sfida, nella sua progettazione e poi nella costruzione, è stata sicuramente quella di ricreare la pendenza della “vera” Torre di Pisa; a tal fine è stata utilizzata una struttura di ferro che supporta l’intera torre e la mantiene inclinata di 5 gradi.

Nella fase progettuale questo ha comportato calcoli complessi per garantire che la struttura di ferro fosse in grado di sostenere l’intero modello, caratterizzato da un peso e da un’altezza considerevoli. I costruttori, invece, hanno dovuto fare particolarmente attenzione alla pendenza del modello e al fatto che il baricentro sarebbe stato diverso da quello di altre costruzioni: i vari elementi e i dettagli del modello, ad esempio, se non incollati perfettamente e sostenuti da fili di ferro, sarebbero caduti e si sarebbero rotti.



Tag

Zaia: «Grazie all'igiene dei veneti solo 116 positivi, i cinesi? Li abbiamo visti tutti mangiare i topi vivi»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

Politica

Attualità