QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 12° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 20 febbraio 2019

Attualità giovedì 15 novembre 2018 ore 08:55

La Torre Pendente diventa bianca e rossa

Torre di Pisa illuminata con i colori della bandiera polacca in occasione del centenario della riconquista dell’Indipendenza



PISA — In occasione del Centenario della riconquista dell’Indipendenza da parte della Polonia tutti i cittadini di Pisa, e non solo, sono invitati venerdì 16 novembre a un evento eccezionale: l’illuminazione della Torre di Pisa nei colori della bandiera nazionale polacca, il bianco e il rosso.

All’evento sarà presente l’ambasciatore di Polonia in Italia Konrad Głębocki, le autorità e i rappresentanti delle istituzioni della città.

Con l’illuminazione del noto monumento architettonico l’Ambasciata della Repubblica di Polonia, assieme ad altre rappresentanze diplomatiche polacche nel mondo, aderisce a una iniziativa speciale delle celebrazioni della Giornata dell’Indipendenza, in cui monumenti, edifici e opere conosciute in tutto il mondo verranno illuminate nei colori nazionali della Polonia (dalla torre pendente di Pisa in Italia alle piramidi egizie, il Cristo di Rio de Janeiro e la ruota panoramica sul boulevard di Santa Monica in California).

L’appuntamento per la performance con la torre di Pisa illuminata con i colori della bandiera polacca è per venerdì 16 novembre alle 19.00, lato Piazza dei Miracoli.

Quest’anno la Polonia celebra il Centenario della sua Indipendenza, riconquistata nel 1918 dopo che per 123 anni il paese era scomparso dalla carta dell’Europa a causa delle spartizioni compiute dall’Austria, dalla Prussia e dalla Russia (1795).

L’11 novembre 1918 venne firmato l’armistizio che metteva fine alla Grande Guerra anche sul fronte tedesco e quel giorno il Maresciallo Józef Piłsudski prese il controllo della Polonia. La data è perciò rimasta simbolica anche se ancora un anno di rivolte doveva passare, perché fosse consolidata quella conquista, e un ulteriore anno doveva trascorrere perché il Trattato di Versailles ratificasse i nuovi confini polacchi.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Imprese & Professioni