QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 16°16° 
Domani 15°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 23 ottobre 2019

Attualità giovedì 03 novembre 2016 ore 22:03

Pisa vista dalle mura

Vista mozzafiato dalle mura medievali. Aperture straordinarie tutti i primi weekend di ogni mese. Comune al lavoro per assegnare la gestione



PISA — Finiti i lavori di riqualificazione delle antiche mura di Pisa finanziata dall’Unione Europea con i progetti Piuss e dal Comune di Pisa.  Sabato 5 e domenica 6 novembre apertura straordinaria senza necessità di prenotazione dalle 10 alle 17. L’ultimo ingresso è previsto un’ora prima, quindi per le 16. Sono previste altre aperture nei giorni 3-4 dicembre 2016 e 7-8 gennaio 2017 (in caso di maltempo i giorni di apertura potrebbero subire delle modifiche).

I lavori hanno permesso il restauro anche del camminamento in quota che è fruibile e percorribile. Lungo questo percorso sono presenti 4 punti salita che permettono di accedere al camminamento in quota: la Torre Santa Maria, la torre piezometrica, l'accesso da piazza delle Gondole e la nuova salita in legno da piazzetta del Rosso. Tre di questi punti salita sono accessibili anche ai diversamente abili.

Il Comune darà le mura in gestione: chi lo otterrà si dovrà occupare di valorizzare e mantenere il monumento; l’assegnazione sarà fatta tramite un bando pubblico. Nel frattempo il camminamento in quota sarà aperto gratuitamente tutti i primi weekend di ogni mese, grazie anche a oltre 200 volontari di associazioni culturali e di volontariato.

Già aperto e sempre fruibile il nuovo grande parco a verde di 20mila metri quadrati che corre intorno alle Antiche Mura. È la “promenade architetturale”, o meglio pomerio (post-moerium, dopo le mura), lo spazio di rispetto esterno riqualificato e reso fruibile grazie al progetto Piuss di restauro della medievale cinta muraria. Da piazzetta del Rosso al Bastione del Parlascio e poi ancora fino alla Torre Santa Maria, l'area si può percorrere grazie alla pista ciclopedonale, una parte già creata negli anni passati e la parte restante, ben 1400 metri, di nuova realizzazione. Nuove lampade a led illuminano sia la parte a terra sia le Mura restaurate con un effetto scenografico, per un totale di 232 corpi illuminanti di cui 138 interrati, 18 su palo e 76 incassati a parete. Per la sicurezza sono state inoltre installate 16 telecamere di videosorveglianza. Sono state riaperte due antiche porte, una su via del Brennero e l'altra di via Zamehof e sono stati installati 20 pannelli esplicativi con mappa e indicazioni. Si aggiungerà presto un’altra area a verde di circa un ettaro, il cosiddetto parco di via delle Concette, realizzato internamente alle mura urbane in prossimità del complesso di San Silvestro e, da Via Garibaldi, in prossimità della porta Calcesana: attualmente è in corso la sistemazione e semina del prato e potatura delle alberature con il completamento degli accessi.

Informazioni utili per visitare le mura

I punti di accesso sono quattro:

Torre di Legno in piazza Federico del Rosso (angolo via del Borghetto – Lungarno Buozzi) – salita con scale e con elevatore per disabili
Piazza delle Gondole – salita con scale e con elevatore per disabili
Torre Piezometrica presso la ex Marzotto, con accesso da via San Francesco e da via Vittorio Veneto – salita con scale e con elevatore per disabili
Torre di Santa Maria, con accesso da Piazza del Duomo e da via Contessa Matilde – salita solo con scale

Da ogni punto di accesso si potrà sia salire che scendere, seguendo eventuali disposizioni del personale presente. Si potrà accedere alla sommità della Torre Piezometrica, con salita dell’ultimo tratto solo a gradini, seguendo le indicazioni del personale presente

Il percorso completo è lungo 3100 metri e sarà percorribile in entrambe le direzioni. Le distanze tra i quattro punti di salita sono i seguenti. Torre di Legno – Piazza delle Gondole: 750 metri. Piazza delle Gondole – Torre Piezometrica: 500 metri. Torre Piezometrica – Torre Santa Maria: 1600 metri. Torre Santa Maria – Porta Nuova: 250 metri (tratto a fondo chiuso). Presso Piazza delle Gondole sarà possibile visitare una mostra fotografica dedicata al 50esimo anniversario dell’alluvione dell’Arno

Il personale e i volontari presenti - Circa 200 i volontari che si alterneranno nei due giorni. Ad ogni punto di accesso saranno presenti personale comunale, la polizia municipale e volontari delle associazioni Amici dei Musei e Monumenti pisani, Amur - Associazione per le Mura di Pisa, FAI Pisa, Asd Arcadia. Lungo il percorso in quota, ogni 150 metri circa, saranno presenti volontari della Croce Rossa Italiana e migranti ospitati dalla strutture CRI. Presso la ex Marzotto sarà posizionata una ambulanza per eventuali necessità, a cura di Pubblica Assistenza e Misericordia

Accessibilità per diversamente abili - Visitatori con carrozzina potranno accedere dai tre punti di salita provvisti di elevatore: Torre di Legno, Piazza Gondole, Torre Piezometrica. Il percorso in quota è accessibile in autonomia dalla Torre di Legno alla Torre del Barbagianni e nell’intero tratto da Piazza Gondole a Porta Manin. Lungo il tratto da Piazza Gondole alla Torre del Barbagianni sono presenti alcune brevi rampe di scale che non è stato possibile abbattere date le conformazioni delle mura. In questi tratti la Croce Rossa Italiana è a disposizione per il superamento delle rampe sia con sollevamento manuale delle carrozzine, sia con l’uso dello “scoiattolo” (a seconda dei casi)

Norme di comportamento

I visitatori devono tenere un comportamento tale da tutelare il monumento e non violare la riservatezza degli abitanti e utilizzatori delle proprietà confinanti. È vietato l’accesso ai minori di anni 14 non accompagnati da un adulto. È vietato sporgersi dai parapetti. È vietato imbrattare, scrivere, pitturare e comunque deturpare le strutture architettoniche del complesso delle mura urbane. È vietato arrampicarsi sui parapetti, sulle merlature e sulle strutture murarie. È consentito l’accesso ai cani solo se muniti di museruola e tenuti al guinzaglio. È obbligatorio da parte degli accompagnatori dei cani, raccogliere immediatamente le deiezioni canine con apposita paletta o sacchetto. È vietato gettare rifiuti e oggetti sul camminamento e dal camminamento verso le aree esterne

L’apertura straordinaria delle mura è stata realizzata grazie al contributo di Toscana Energia e alla collaborazione della Fondazione Teatro di Pisa

Le mura medievali sono state recuperate nell’ambito dei progetti Piuss, grazie al contributo della Comunità Europea tramite la Regione Toscana e il cofinanziamento della Fondazione Pisa e del Comune di Pisa.



Tag

Il canto dell'Araponga, l'uccello più assordante al mondo

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità