Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 22:20 METEO:PISA11°21°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 08 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Laura Boldrini racconta la sua malattia: «Ho scoperto per caso il tumore: è stata come un'onda anomala che mi ha travolto»

Politica venerdì 16 aprile 2021 ore 10:30

"Questa responsabilità ce la prendiamo volentieri"

Ranieri Del Torto

Così sul via libera alla costruzione della moschea e del centro culturale islamico il segretario comunale del Pd, Ranieri Del Torto



PISA — "Dopo due anni e mezzo Conti e la sua giunta sono finalmente arrivati ad una conclusione per loro difficile da ammettere: le leggi e soprattutto la Costituzione, vanno rispettate" questo il commento del segretario dell'Unione comunale del Partito democratico, Ranieri Del Torto, alla notizia che la giunta comunale ha finalmente dato il via libera alla costruzione del centro culturale islamico comprensivo di moschea a Porta a Lucca.

"Lo fanno a malincuore dopo averle provate tutte - osserva il segretario Pd -, da un referendum bocciato come inammissibile, al ricorso (nel programma elettorale) alla paura di infiltrazioni terroristiche collegate alla moschea, al tentativo di invocare non meglio precisati problemi di compatibilità urbanistica dell'area, all'inserimento nella variante stadio invocando l'assoluta necessità di fare lì un parcheggio e assumendosi così il rischio di far collassare tutta l'operazione ora che è stato riconosciuto il diritto della comunità islamica di realizzare il proprio luogo di culto. Ora invece di ammettere l'ennesima incapacità di mantenere le promesse elettorali (una città sicura, bancarelle di nuovo in piazza, no alla moschea....) se ne lava le mani: la responsabilità è di chi ha governato prima".

"Caro Sindaco, noi questa responsabilità ce la prendiamo volentieri - conclude Del Torto -, per noi la libertà religiosa è un valore fondamentale, crediamo nel dialogo, non tentiamo maldestramente di mettere tifosi contro mussulmani, usiamo l'urbanistica per programmare lo sviluppo di una città e non per risolvere un problema contingente. Esprimiamo la nostra soddisfazione sul fatto che Lei abbia riconosciuto che la responsabilità è di chi a suo tempo ha avviato l'iter. Stiamo sempre aspettando che lo stesso riconoscimento ci venga dato per tutte quelle operazioni (dall'apertura dell'incile alla ciclopista del trammino) che senza la nostra visione progettuale, mai sarebbero state realizzate".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Una donna, per impedire che la madre si vaccinasse, avrebbe minacciato una giovane dottoressa. Il suo racconto attraverso la Fimmg di Pisa
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Cronaca

Attualità