Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:PISA11°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 04 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Davide Giri ucciso a New York, il dottorando italiano è stato accoltellato

Cronaca venerdì 02 dicembre 2016 ore 09:10

"Nell'agenda di Roberta ci sono indizi imponenti"

Nicodemo Gentile

Ultima udienza per Antonio Logli prima della sentenza fissata per il 21 dicembre. E' accusato di omicidio. La pena potrebbe arrivare a 30 anni



PISA — Il processo con rito abbreviato che vede imputato Antonio Logli, il marito di Roberta Ragusa, l'imprenditrice di Gello scomparsa nella notte tra il 12 e il 13 gennaio 2012, oggi scrive un nuovo capitolo in tribunale, dove si svolgerà  l'ultima udienza prima della sentenza che sarà pronunciata dal giudice Elsa Iadaresta il prossimo 21 dicembre. 

 "L'agenda di Roberta - dice l'avvocato Nicodemo Gentile, presidente dell'associazione Penelope, che si é costituita parte civile nel processo contro Logli- é un supertestimone silente che rivela un substrato della coppia. Tra quelle pagine ci sono indizi imponenti, gravi, gravissimi, paragonabili per importanza a un'impronta digitale o al dna. Come parte civile chiederemo un risarcimento".

Oggi in aula verranno ascoltati prima il procuratore capo di Pisa Alessandro Crini e il pubblico ministero Aldo Mantovani, il magistrato che materialmente farà la richiesta di condanna.

Successivamente sono previsti gli interventi degli avvocati di parte civile: Gaetano Turcio ed Enrico Maria Gallinaro per i parenti di Roberta e Nicodemo Gentile per l'associazione Penelope.

Quindi sarà il turno degli avvocati difensori di Antonio Logli ( accusato di omicidio volontario e distruzione di cadavere ) Roberto Cavani e Saverio Sergiampietri, che cercheranno di smontare le tesi accusatorie.

L'imputato, che non ha rilasciato dichiarazioni, ha chiesto il rito abbreviato che gli può concedere, in caso di condanna, lo sconto di un terzo della pena e la possibilità di ricorrere in appello.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un uomo residente nel Pisano è stato arrestato dalla polizia postale. L'indagine della procura di Firenze si sviluppa anche in altre province toscane
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità