Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:PISA21°33°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 20 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Brucia la collina dei Camaldoli, paura a Napoli
Brucia la collina dei Camaldoli, paura a Napoli

Attualità venerdì 20 gennaio 2023 ore 16:00

Ospedale, Rsu sul piede di guerra

La rappresentanza punta il dito sulla gestione di sostituzioni, ferie e permessi. L'Aoup replica: "Sempre attenzione e disponibilità al confronto"



PISA — "I delegati e le delegate Rsu dell’Azienda ospedaliero universitaria pisana rilevano molte criticità relazionali con Aoup quando si tratta di affrontare situazioni e questioni sostanziali". La denuncia arriva per mezzo di una nota a firma del portavoce della Rsu Giovanni Battista Marranchelli.

"Tale mancanza - si legge nel comunicati diffuso della Rsu - è evidente nelle fredde e frequenti comunicazioni di servizio e nell’assenza della consultazione (ex art 7 ora art 8 ) all’interno dell’Organismo paritetico per l’innovazione. Ci si perde nell’organizzazione Lean, ma l’aspetto consultivo della partecipazione sindacale sulle innovazioni organizzative è di fatto ignorato. In mancanza di un dialogo costruttivo e trasparente, anche con adeguata partecipazione, i problemi non vengono risolti e affrontati non essendo gestiti adeguatamente ed infatti riaffiorano inevitabilmente sulle spalle delle lavoratrici e dei lavoratori. L’altro aspetto, quello della contrattazione non va meglio. Stiamo sempre attendendo i primi incontri entro il 31 Gennaio 2023 preceduti da congrui tempi e contenuti informativi".

La Rsu elenca poi quelle che reputa le "Principali problematiche che - si legge ancora nel comunicato della Rsu- sottendono radici più profonde e spesso sono rimaste lettera morta perché esiste una eccessiva parcellizzazione di strutture dentro i dipartimenti con decine di direttori, costi eccessivi e significativa frammentazione delle dotazioni organiche che si innesta già sulla conosciuta carenza di personale". Problematiche che, secondo una lunga lista stilata dalla Rsu, riguarderebbero diversi aspetti, dalle mancate sostituzioni "per gravidanze, lunghe assenze e aspettative 104", alla gestione di ferie e permessi che, scrive la rappresentanza sindacale "non vengono concesse per mancanza di personale" fino ad altre questioni organizzative come l'introduzione di software per la gestione del personale "Senza prima preoccuparsi dei necessari presupposti" e la esternalizzazione di alcuni servizi.

Problematiche che, secondo la Rsu "Possono produrre effetti sul paziente/utente: minor tempo dedicato alla assistenza con conseguente aumento del rischio clinico; incapacità di prestare assistenza nei tempi e nelle modalità previste dalle varie terapie fra le quali quelle oncologiche". La Rsu conclude parlando di una situazione "Percepita dai dipendenti come fattore di stress e frustrazione" e annuncia che "In assenza di incontri risolutivi alle questioni, chiederà alle proprie sigle sindacali di attivare lo stato di agitazione e tutte quelle forme di civile protesta previste dal contratto e dalle leggi vigenti".

Dopo il comunicato diffuso dalla Rsu, arriva la replica dell'Azienda ospedaliera. "La Direzione aziendale - si legge nella nota dell'Aoup - ha appreso con rammarico del documento diffuso oggi dalla Rru in cui si rileverebbero criticità relazionali, dal momento che c’è sempre stata massima attenzione e coinvolgimento delle organizzazioni sindacali su tutte le questioni rilevanti. E’ solo slittato, in prossimità delle festività natalizie, un incontro già fissato su alcune tematiche che però si svolgerà a breve. In quell’occasione potranno quindi essere affrontati anche i punti sottolineati in questo documento, fermo restando che comunque l’Aoup, pur non avendo ancora ricevuto dalle organizzazioni sindacali la piattaforma del nuovo contratto recentemente rinnovato, si è già attivata sulle questioni centrali ritenute di interesse per favorire al meglio il confronto. Anche l’introduzione del nuovo software di gestione del personale era stata ampiamente preannunciata e sono state inviate ripetute comunicazioni al riguardo sia alle organizzazioni sindacali sia a tutti i dipendenti".

"Il resto delle tematiche toccate su personale e dotazioni organiche - aggiunge l'Aoup - riguardano criticità generali di carattere nazionale di cui i sindacati sono sempre stati a conoscenza, oltreché coinvolti, e su cui ci sono scarsi margini di manovra per i noti vincoli di bilancio. L’Aoup tuttavia, pur nelle recrudescenze di una pandemia che non è ancora alle spalle e di un incremento notevole degli accessi in Pronto soccorso - il che spiega alcune modifiche organizzative dei posti letto nei reparti talora decise in fretta proprio perché legate all’andamento epidemiologico - sta garantendo comunque un’elevata qualità delle cure. Lo testimonia l’ottima performance con cui si è concluso il 2022, un risultato il cui merito va a tutti i professionisti, che l’Aoup ringrazia rassicurando al contempo la Rsu sul fatto che nessuna delle questioni sollevate può essere messa in relazione con qualità, sicurezza delle cure e interesse del paziente, che restano gli obiettivi primari di questa Azienda".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il gruppo de La Città delle Persone rivendica il progetto per il nuovo passaggio: "Ipotesi migliore di una ciclabile tortuosa e costosa"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità