Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:30 METEO:PISA13°22°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 23 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tragedia sul set, Alec Baldwin spara e uccide la direttrice della fotografia

Attualità mercoledì 26 maggio 2021 ore 17:30

Parco, nominato il nuovo Consiglio direttivo

Il Consiglio regionale ha dato il via libera alla nomina. Contrario il M5s: "I profili scelti dalla politica non rispondono ai requisiti richiesti"



PISA — Il Consiglio regionale ha nominato oggi i 7 componenti del Consiglio direttivo del Parco regionale di Migliarino San Rossore Massaciuccoli. Si tratta di Claudia Principe, Paola Nuvoli e Alessandro Corretti designati dalla comunità del Parco, Alessandra Buscemi designata dalle associazioni ambientaliste, Maurizio Bandecchi dalle associazioni di categoria, Francesca Ceccarini e Letizia Checchi designati dal Consiglio regionale.

La nomina è stata accompagnata da una lunga discussione in aula e il documento è stato approvato a maggioranza, ma con il voto contrario del Movimento 5 stelle. "I profili dei membri del nuovo Comitato di Indirizzo scelti dalla politica  - si legge in una nota delle consigliere regionali del Movimento 5 Stelle Irene Galletti e Silvia Noferi, intervenute a margine del voto- non rispondono ai requisiti chiesti dalla legge regionale 30/2015". 

"La legge regionale 30 del 19 Marzo 2015 a cui la proposta di nomina oggi si richiama - commentano le pentastellate - prevede il possesso 'di comprovate e specifiche competenze in materia di tutela naturalistica e di gestione amministrativa per i tre membri designati dalla Comunità del Parco', che in realtà sono: un archeologo, un geometra e una geologa, due su tre non idonei secondo la legge e il loro curriculum. Per la nomina dei rappresentati delle forze politiche la detta Legge 30/2015 prevede due membri esperti in materie naturalistico ambientale. Leggendo il curriculum della persona presentata dal capogruppo del Partito Democratico, si apprende che è laureata in Scienze Politiche".

"Nessuna attinenza anche per la candidata presentata dalla Lega - osservano Galletti e Noferi - che dalla lettura del curriculum risulta essere laureata in marketing e comunicazione visiva (cinema-musica-teatro)".

"Conformi alle disposizioni di legge  - proseguono Galletti e Noferi- sono invece i candidati presentati dalle associazioni ambientaliste e dalle associazioni di categoria, che hanno scelto rispettivamente una geologa e un commercialista".

"Tra pochissimi giorni, esattamente il 31 Maggio - aggiungono le consigliere del M5s- scadrà anche la carica in prorogatio dell’attuale presidente dell’Ente Parco che il governatore Giani dovrebbe sostituire; speriamo non cali a sorpresa un altro urbanista o un profilo assolutamente inadeguato come è stato fatto finora; sperare in un dottore in Scienze Forestali alla luce dei curricula letti finora sembra quanto meno speranza vana."

"Le nomine del nuovo Comitato direttivo - incalza Noferi- sono particolarmente importanti vista la situazione disastrosa in cui versa il parco, constatata in un recente e approfondito sopralluogo dalla sottoscritta" che poi aggiunge: "Appena la nuova organizzazione, presidente compreso, prenderà servizio,  rinnoverò la richiesta di accesso atti al direttore del Parco,  che dall’8 Maggio sta ritardando a consegnare i documenti richiesti. Spero -  conclude Noferi- che ci sia un atteggiamento di collaborazione, perché è mia intenzione non dimenticarmi del Parco e di tutti i parchi regionali fin quando sarò in questo Consiglio".

Durante la discussione in aula Elisa Montemagni (Lega) ha difeso l’indicazione fatta dal suo gruppo. “Si tratta  - ha spiegato- di persona da sempre attiva nell’ambientalismo e impegnata a tenere pulito il lago di Massarosa”.

“Stiamo scegliendo i membri di un organismo amministrativo, non scientifico o tecnico - ha detto Vincenzo Ceccarelli (Pd) - e chi sta negli organismi amministrativi deve fare scelte dettate da una visione complessiva”. Infine Anna Paris (Pd) ha osservato che la tendenza, per quanto riguarda i consigli di amministrazione, “E' sempre più quella di avere una pluralità di competenze e quindi d’ora in avanti bisogna ampliare la visione scegliendo persone provenienti da ogni settore”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Membro della giunta del sindaco Conti e presidente della Società della Salute della Zona Pisana, si è spenta a 49 anni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

CORONAVIRUS

Cronaca