Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:00 METEO:PISA10°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 29 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La lezione di Burioni: «Variante Omicron? Dobbiamo da un lato stare attenti e dall'altra vaccinarci»

Attualità sabato 24 aprile 2021 ore 17:30

"Le periferie non sono di Serie B"

Il sindaco Conti in via Norvegia, sullo sfondo lo striscione di Asia Usb

Il sindaco Michele Conti accolto in via Norvegia da attivisti di Asia Usb e da residenti delle case popolari. Che gli hanno consegnato una lettera



PISA — Era circolata voce che il sindaco Michele Conti avrebbe fatto tappa in via Norvegia nella mattina di oggi, per inaugurare il giardino Timpanaro, e il sindacato Asia Usb ha organizzato una sorta di manifestazione, presenti numerosi attivisti e vari assegnatari di case popolari.

"Puntualmente, ma senza alcuna comunicazione formale - hanno raccontato dal sindacato -, il sindaco si è presentato alle 12,30, insieme ad altri Assessori e al presidente del consiglio comunale, accompagnati da una forte presenza delle forze dell'ordine".

I manifestanti hanno ricordato le gravi problematiche che affliggono da troppi anni le periferie della città, il primo cittadino ha risposto con promesse e impegni. "Nell'occasione abbiamo informato il Sindaco della nostra richiesta, inoltrata da settimane - hanno aggiunto dal sindacato -, per l'uso del parco Timpanaro per la realizzazione del Primo Maggio, festa dei lavoratori. Anche su questo il Sindaco si è impegnato a non intralciare la realizzazione di questa importante giornata per i lavoratori di tutto il mondo".

Di seguito la lettera di Asia Usb.

"Lettera aperta al sindaco Conti, agli assessori alla casa, ai lavori pubblici e alle disabilità del Comune di Pisa

Da circa un anno ASIA USB si è insediato in alcuni quartieri popolari di Pisa per rispondere ai bisogni e alle sofferenze dei residenti delle case popolari e private di queste zone.

I problemi annosi da affrontare sono molti, ben noti a Lei, ai suoi Assessori e alle precedenti amministrazioni, che hanno determinato l’attuale situazione di degrado. Sono passati tre anni dal suo insediamento e i problemi lasciati rimangono irrisolti:

  • abbandono sostanziale del patrimonio abitativo pubblico, che determina costantemente crolli e cedimenti strutturali, come avvenuto in Via Norvegia, Via Pungilupo, Gagno, Sant’Ermete. Praticamente in tutto il sistema abitativo pubblico cittadino
  • insalubrità di tantissimi appartamenti a causa di infiltrazioni di acqua, crepe e assestamenti
  • sistema fognario inefficiente, con conseguenti problemi di igiene e alti costi per gli utenti, costretti a pagare ditte private per lo spurgo
  • scarsezza o mancanza di illuminazione pubblica notturna
  • manti stradali fortemente dissestati
  • presenza di barriere architettoniche ovunque, che rendono la vita difficile a portatori di handicap, anziani e persone fragili
  • verde urbano in stato di abbandono nella maggior parte dei quartieri

A proposito del parco Timpanaro di Via Norvegia, per il quale ci siamo battuti per oltre un anno: Per l’assegnazione dei lavori è stata avviata dall’Assessorato ai lavori pubblici una procedura d’urgenza, senza gara, per ben 177mila euro, di cui vi chiediamo una rendicontazione esatta.

Per la realizzazione del pallaio è stato deturpato un sesto dello spazio a verde con una inutile e pericolosa gettata di cemento, quando si sarebbe potuto creare uno spazio molto più ecologico, come quello sul viale delle Piagge dell’associazione bocciofili pisani. Non è stata abbattuta la barriera architettonica all’ingresso e non sono stati creati percorsi per disabili nel parco stesso, come quelli realizzati dall’Ente Parco a San Rossore. Ma soprattutto non si è provveduto all’allargamento del parco, come da noi richiesto più volte, con la parte a verde prospiciente, precedentemente usata per orti urbani e ora ridotta ad una palude pericolosa e insalubre per tutto il quartiere.

Ci batteremo per interventi risolutivi di tutte queste problematiche e criticità, in tutti i quartieri popolari di Pisa. Per questo occorre una volontà politica che metta veramente in primo piano le periferie e non, come sta facendo la vostra Giunta, allo stesso modo di quella precedente, il centro storico, per il quale investite ogni anno decine di milioni di euro per fioriere, percorsi per portatori di handicap, illuminazione, telecamere, manto stradale, pulizie, raccolta rifiuti interrati e quant’altro.

Senza la realizzazione di una politica di sostegno vero delle periferie non ci accontenteremo certo di piccoli spazi come il giardino Timpanaro, mal costruito in un mare di degrado".

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La provincia di Pisa, nelle ultime 24 ore, registra quasi cento nuove positività al coronavirus. Il dettaglio per Comune di residenza
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca