Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:21 METEO:PISA10°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 25 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quirinale, il presidente della Camera Fico legge i risultati della prima giornata di votazioni

Cronaca mercoledì 15 gennaio 2020 ore 17:40

Pm 10, "Ridurre l'uso delle auto"

E' questo l'invito fatto dall'Amministrazione Comunale dopo gli sforamenti delle polveri sottili. Raccomandazioni anche per i termostati



PISA — "Attualmente non ci sono le condizioni per adottare provvedimenti contingibili e urgenti, quali il blocco del traffico, in merito al superamento dei limiti dei livelli di PM10", ha spiegato l’assessore comunale all’ambiente Filippo Bedini.

"I superamenti, che pure ci sono stati specie nella prima settimana dell’anno, sono contenuti all’interno dei limiti previsti dalle normative. Certo, le previsioni meteo per i prossimi giorni non lasciano ben sperare ma l’ufficio ambiente segue costantemente la situazione e qualora dovesse peggiorare valuteremo le iniziative più idonee".

"Del resto, i superamenti evidenziati dalla centralina de I Passi e la sostanziale identità nei dati riscontrati nel confronto con la centralina del Borghetto evidenziano come i valori negativi di questi primi giorni dell’anno non derivino dal traffico locale poiché il maggior contributo ai livelli di PM10 è da connettersi con gli aumenti legati alle condizioni del fondo naturale e a un forte incremento del contributo degli impianti di riscaldamento. Ma, negli ultimi giorni, la situazione è per fortuna migliorata, tanto che dall’11 al 13 gennaio non si sono registrati sforamenti, con livelli molto bassi".

"Pisa non si trova in un’area geograficamente chiusa come la piana Firenze-Prato- Pistoia, e pertanto non rientra tra i Comuni più direttamente a rischio di superamento dei valori limite di PM10 e eventuali interventi contingibili sarebbero sostanzialmente inutili".

"Nell’anno appena concluso, la media giornaliera è stata la più bassa almeno degli ultimi dieci anni. Purtroppo con il 2020 siamo partiti male ma ciò è dovuto alle particolari condizioni climatiche, risultanti dal combinato disposto di forte alta pressione e forte abbassamento delle temperature (con conseguente maggior utilizzo degli impianti di riscaldamento) che si registrano in tutta l’Europa occidentale da almeno 2 settimane. Dunque, grande attenzione ma niente allarmismi; per il momento, visti soprattutto i dati degli ultimi giorni, ritengo ci si possa limitare a un appello a limitare la temperatura in case e uffici, lavorando sui termostati in modo da non superare mai i 20° centigradi e, come sempre, a ridurre più possibile l’uso dell’auto privata, magari organizzandosi con colleghi e amici".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dal bollettino regionale i dati che fotografano l'andamento dell'epidemia nelle ultime ventiquattro ore. Altri due decessi in provincia di Pisa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Chi mette al centro la persona

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità