Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:00 METEO:PISA12°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 29 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La lezione di Burioni: «Variante Omicron? Dobbiamo da un lato stare attenti e dall'altra vaccinarci»

Attualità mercoledì 17 marzo 2021 ore 18:35

Qualità dell’abitare, progetti per 62 milioni

Il Comune ha presentato la domanda per l’ammissione ai finanziamenti nell’ambito del Pinqua: riqualificazioni, recuperi e parchi urbani



PISA — Rigenerazione, innovazione e sostenibilità. Sono il minimo comun denominatore delle proposte progettuali che il Comune di Pisa ha presentato al Ministero delle infrastrutture e trasporti nell'ambito del Pinqua, il programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare.  

Le domande di ammissione al finanziamento presentate, annuncia il Comune in una nota, riguardano tre aree della città,  Gagno, via Rindi - via Piave e Pisanova, per un valore complessivo di circa 62 milioni di euro. La richiesta al Mit è pari a circa 45 milioni di euro. 

I progetti selezionati, per i quali sarà stanziato un primo contributo del 5 per cento sul valore delle somme richieste per la progettazione definitiva, saranno indicati entro il prossimo agosto. In caso di esito positivo l’inizio dei lavori dovrebbe avvenire indicativamente entro novembre 2022. 

"Si tratta- spiega il sindaco di Pisa Michele Conti - di progetti che interessano importanti zone della città che da tempo necessitano di attenzione e interventi di riqualificazione urbana. La vicenda dolorosa del Covid19, del resto, ci ha fatto capire una volta di più quanto siano importanti gli standard qualitativi dell’abitare. Ci siamo allora attivati per presentare proposte innovative nell’ambito del programma Pinqua che, se realizzate, assicureranno senz’altro una migliore qualità della vita agli abitanti delle zone interessate e che potranno comporre quella visione unitaria di sviluppo della città che abbiamo in mente di una città green e moderna, che proiettano Pisa nel futuro".

"Il quartiere di Gagno e l’area interessata di via Rindi in asse con via Piave - continua il sindaco - hanno bisogno di essere riqualificati per quanto riguarda sia l’edilizia pubblica che gli spazi comuni, aree a verde e per la circolazione. Diverso il discorso su Pisanova che, con questo progetto, sviluppa un sistema unitario di verde pubblico, 11 ettari del nuovo parco di via Pungilupo, per costituire il cuore verde della città, finalmente collegato con lo stesso centro storico grazie all’altro importante progetto che questa Amministrazione ha presentato, quello della Tramvia".

I progetti presentati dal Comune di Pisa riguardano le zone di Gagno, via Rindi - via Piave e Pisanova:

Il progetto complessivo che interessa Gagno prevede la riqualificazione di 11 immobili Erp (di proprietà pubblica e a prevalente proprietà pubblica), interventi su viabilità, parcheggi e sotto servizi, la riqualificazione del centro polivalente ‘Il casottino’, la realizzazione di un parco di quartiere e di un centro turistico. Il valore complessivo è pari a circa 15 milioni di euro (14.995.771,35 euro), finanziato interamente dal bando ministeriale. Per la realizzazione di tutte le fasi del progetto, dalla sottoscrizione della convenzione alla piena funzionalità delle opere realizzate, sono previsti 8 anni e 1 mese.

In via Rindi - via Piave il progetto prevede la riqualificazione del quartiere Erp e interessa 9 edifici di edilizia residenziale pubblica, il fabbricato ex-sede della polizia municipale di via Contessa Matilde e il percorso turistico che collega l’area residenziale con piazza Duomo. Verrà inoltre realizzato un percorso ciclopedonale tra il parcheggio scambiatore di via Pietrasantina e Largo Cocco Griffi, a ridosso di piazza dei Miracoli. Prevista anche la riqualificazione di Piazza Manin e Largo Cocco Griffi. Il valore complessivo del progetto ammonta a oltre 18 milioni di euro (18.063.795,00 euro) finanziato per il 20% da risorse del Comune di Pisa (circa 3,6 milioni di euro) e per l’80% dal finanziamento ministeriale richiesto. Le tempistiche previste per le varie fasi del progetto ammontano a 7 anni e 10 mesi.

Nel quartiere di Pisanova è stato sviluppato il progetto Pisa This (Tollerance, Hospitality, Inclusion e Sustainability). Il valore complessivo del progetto ammonta a oltre 29 milioni di euro, finanziato per il 42 per cento da risorse Apes derivanti dai fondi previsti dal DL 34/2020 cosiddetto “Superbonus” per la rigenerazione di unità immobiliari, per il 5 per cento da risorse della Regione Toscana per la rigenerazione di unità immobiliari e la riqualificazione di parchi nell’area, per l’1,4 per cento da risorse del Comune di Pisa (451mila euro,) e per il 52 per cento dalle risorse del programma Pinqua per quasi 15 milioni di euro. Per la realizzazione di tutte le fasi del progetto, dalla sottoscrizione della convenzione alla piena funzionalità delle opere realizzate, sono previsti 6 anni e 11 mesi.

Gli obiettivi del progetto comprendono la riqualificazione e la rigenerazione degli edifici Erp, aree per attività sportive, sociali, culturali e di sostegno, oltre al contenimento del consumo energetico e delle risorse naturali, grazie al ricorso a modalità innovative di costruzione e gestione.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La provincia di Pisa, nelle ultime 24 ore, registra quasi cento nuove positività al coronavirus. Il dettaglio per Comune di residenza
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca