comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 20°25° 
Domani 18°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 09 luglio 2020
corriere tv
Post Covid, Lamorgese: «In autunno avremo grave crisi economica, c'è rischio concreto di tensioni»

Cultura lunedì 06 novembre 2017 ore 10:50

Pisa ricorda Pasolini 25 anni dopo 'Petrolio'

Pier Paolo Pasolini

Un convegno internazionale con studiosi di letteratura, scrittori e registi nel 25° anniversario della pubblicazione della sua ultima opera incompiuta



PISA — Giovedì 9 e venerdì 10 novembre si terrà a Pisa il convegno internazionale Petrolio 25 anni dopo dedicato all'ultima opera di Pier Paolo Pasolini, interrotta dalla morte dell'autore e pubblicata postuma nel 1992, ben 17 anni dopo l’omicidio.

Al convegno, organizzato dall'Università di Pisa (Carla Benedetti), dall'Université Paris-Sorbonne (Manuele Gragnolati e Davide Luglio), in collaborazione con la Scuola Normale Superiore, parteciperanno studiosi internazionali di letteratura e di cinema, traduttori, scrittori e registi. I lavori saranno ospitati nella Sala Azzurra della Scuola Normale e si apriranno giovedì 9 novembre alle ore 9.30.

Nel venticinquesimo anniversario della pubblicazione, il convegno si propone di avvicinare la complessità del testo sulla base dei nuovi dati emersi, facendo il punto sul dibattito che Petrolio ha suscitato in molti campi, letterari, storici e filosofici. 

Particolare attenzione sarà data al significato politico dell’opera, ai discorsi di Eugenio Cefis che Pasolini intendeva inserire in Petrolio, recentemente pubblicati, alla relazione tra estetica, vita e politica, al potenziale critico del desiderio e della sessualità nei processi di soggettivazione, alla riconfigurazione della temporalità storica e narrativa, alla ricerca di una nuova forma di impegno, alle fonti e al rapporto del testo con la tradizione, al trattamento politico-ideologico della morte del poeta-cineasta e alle sue ripercussioni nell’interpretazione dell’opera.

La pubblicazione di Petrolio fu accompagnata in Italia da aspre polemiche che non ne favorirono la comprensione immediata. C'è voluto del tempo affinché questo insolito libro, oggi considerato uno dei capolavori della letteratura del Novecento, si conquistasse una ricezione adeguata alla sua straordinaria novità e complessità. Ricco di allusioni al contesto storico di quegli anni (la morte di Enrico Mattei, l’Eni, la nascente P2), Petrolio esplora le pieghe del potere politico ed economico, i suoi intrecci e le sue responsabilità nelle stragi e nei fatti criminali che hanno oscurato la vita politica del Paese. La sua originalità formale e la sua ricchezza teorica e poetica hanno influenzato molti autori, ispirando anche alcune declinazioni del pensiero biopolitico e dell’estetica queer contemporanei. La prima giornata del convegno si è svolta il 5 ottobre 2017 presso l’Université Paris-Sorbonne.

Nell’ambito delle due giornate dedicate a Pasolini, giovedì 9 novembre alle 21, il Cinema Arsenale ospiterà la proiezione del film La macchinazione (2016) di David Grieco, preceduta da una breve presentazione e seguita da un incontro con il regista. Il film racconta una versione dell’omicidio di Pasolini diversa da quella ufficiale, con molti riferimenti alla stesura di Petrolio.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca