Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PISA19°31°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 30 giugno 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Se Conte è un grillino, Enrico Letta è un hooligan…

Attualità venerdì 20 maggio 2022 ore 16:30

Riforma Guardia medica, "Serve coinvolgimento"

Il segretario di Fimmg Pisa, dottor Luca Puccetti

La Federazione dei medici di famiglia di Pisa si esprime contro il modello H16 da sperimentare per la continuità assistenziale: "Forti dubbi"



PISA — La sezione pisana della Fimmg, la Federazione italiana dei medici di medicina generale, non ci sta. Sulla riforma della guardia medica, oggi chiamata "continuità assistenziale", il gruppo esprime infatti molte perplessità, che il segretario provinciale, dottor Luca Puccetti, affida a una nota della sezione.

"La Regione, come è stato anticipato da alcuni organi di stampa, sta proponendo una riforma della continuità assistenziale che prevede, in molte realtà locali, la sostituzione, da mezzanotte alle 8 del mattino, della guardia medica attiva con centrali telefoniche e invio del 118 ove si ritenga opportuna una prestazione domiciliare - ha spiegato la sezione di Pisa - non si possono fare riforme senza il preventivo coinvolgimento degli amministratori locali".

"Sarebbe inconcepibile introdurre una riforma di tale portata senza adeguate e ampie sperimentazioni - prosegue la nota - l'applicazione del cosiddetto modello H16 non potrà mai avvenire senza l’approvazione dei sindacati di categoria presenti in ambito aziendale, che conoscono profondamente le esigenze dei territori e possono stabilire dove sia possibile e dove serva invece un modello H24".

"Fimmg Pisa esprime scetticismo sul ruolo delle centrali poiché tale modello si scontra con un elemento fondamentale rappresentato dalla mancanza di conoscenza personale del paziente da parte del medico di centrale - si legge - alcune esperienze di potenziamento del servizio di continuità assistenziale, quali quelle applicate alla postazione della Rosa, hanno dimostrato di ridurre gli accessi al pronto soccorso e di riscuotere il gradimento dei cittadini e degli amministratori".

"Molto nebulosi appaiono inoltre i compiti che i medici di continuità assistenziale dovrebbero svolgere in orario diurno, in sostituzione delle ore notturne ridotte - hanno concluso - Fimmg Pisa invita i cittadini a partecipare attivamente alle scelte di riforma della sanità tramite le rappresentanze politiche, della società civile e delle associazioni".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Le operazioni di bonifica lungo la Sp2 Vicarese, dopo lo sversamento di ieri, non sono andate a buon fine. Subito in giornata i lavori di asfaltatura
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Cronaca

Spettacoli