Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:05 METEO:PISA17°24°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 19 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Carpi, tromba d'aria si abbatte sull'aeroporto: aerei ultraleggeri distrutti

Attualità sabato 11 settembre 2021 ore 19:05

Scuole e spazi che mancano, si cercano 68 aule

La Provincia ha emanato un avviso pubblico per pianificare la messa a punto di 68 aule per tutti gli istituti cittadini, a beneficio di 1700 studenti



PISA — Pronto l’avviso pubblico emanato dalla Provincia di Pisa per la ricerca di immobili nel territorio del Comune di Pisa da destinare ad attività didattica degli Istituti Scolastici di Istruzione Secondaria superiore: c’è tempo fino alle 12 del prossimo 28 settembre per presentare domanda. I destinatari dell’avviso sono: persone fisiche singole o associate, imprese individuali, società commerciali, società cooperative, associazioni, fondazioni, consorzi e raggruppamenti di imprese, anche temporanei, costituiti e costituendi, enti pubblici, agenti di mediazione iscritti allo specifico ruolo presso la Camera di Commercio, con la precisazione che la Provincia non corrisponde provvigioni.

“In una situazione senza dubbio di emergenza come quella di questo prossimo inizio di anno scolastico, dovuta anche a norme e protocolli governativi e ministeriali arrivati lo scorso 6 agosto per quanto concerne la gestione della pandemia, così come i relativi finanziamenti, la struttura della Provincia di Pisa ha emanato nei tempi più brevi possibili questo avviso pubblico in modo da dare soluzione ad un problema di durata trentennale, come minimo. Attraverso questo documento, infatti, il nostro obiettivo è quello di mettere a punto 68 aule, in base alle esigenze pervenute nel tempo da tutti gli istituti cittadini, a beneficio di 1700 studenti e studentesse, perché di questi numeri stiamo parlando, a fronte di una riforma delle Province avvenuta nel 2014 e di finanziamenti ridotti al lumicino per i nostri enti fino almeno al 2019, per quanto concerne l’edilizia scolastica” spiega il Presidente Massimiliano Angori. “Confidiamo, con questa azione, di configurare quindi una soluzione che serva a dare risposte concrete alle legittime richieste degli istituti, fino almeno al 2028. Gli immobili dovranno essere disponibili e idonei a decorrere almeno dal 1° gennaio 2022”. 

Attraverso l’avviso pubblico, la Provincia di Pisa intende verificare la disponibilità di più immobili con ubicazione nel comune di Pisa e/o nel comune contermine di San Giuliano Terme purché entro un raggio di 5 chilometri dal confine comunale, da acquisire in proprietà o assumere in locazione con destinazione ad attività didattica degli istituti scolastici di istruzione secondaria superiore presenti sul territorio del Comune pisano. Gli immobili richiesti devono essere già edificati al momento della pubblicazione del presente avviso, a meno delle finiture e delle partizioni interne. 


“Per quanto concerne la situazione di avvio dell’anno scolastico dal prossimo 15 settembre ecco il punto tracciato dal Presidente Angori: “Il liceo Dini riceve dal Galilei Pacinotti 1 aula in più (oltre alle 4 già garantite dallo scorso anno, ndr). Ne serve un’altra ulteriore che non può essere tuttavia concessa dal Galilei Pacinotti che non ha ulteriore capacità di spazi. Siamo al lavoro per capire quali siano le soluzioni in tal senso. Per quanto riguarda il Carducci, oltre ad avere la conferma della disponibilità per la palazzina degli ex aeronautici al Da Vinci Fascetti, aspettiamo ancora la risposta (dal mese di aprile) per usare le Perodi del Comune di Pisa, in quanto ad oggi non in uso dal Comune. Dalla planimetria le Perodi potrebbero garantire al Carducci subito due aule, e con un minimo di lavori anche tre aule. Le Perodi sono una buona soluzione perché sono confinanti con il Carducci, ma potrebbero garantire una soluzione di spazi disponibili anche per altri istituti, eventualmente.

Per quanto concerne il Buonarroti, le officine Garibaldi, di proprietà della Provincia di Pisa ma in gestione alla Paim, consentiranno di ricavare tre aule da subito, dal 15 settembre. Contiamo ovviamente sulla piena collaborazione della Paim. Stiamo lavorando con l’ufficio edilizia scolastica della Provincia per ricavare a stretto giro 4 nuove aule negli spazi del complesso, usando biblioteca di Istituto e Satellite. Inoltre l’Ufficio edilizia scolastica sta ancora lavorando per recuperare aule esistenti ma attualmente da manutenere; si tratta di ulteriori 4 aule che hanno lavori di manutenzione in corso all’interno del Buonarroti”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Coinvolte più di cento persone tra vigili del fuoco e protezione civile comunale, con le associazioni di volontariato, all'aeroporto Galileo Galilei
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca