QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 10° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 13 dicembre 2019

Spettacoli mercoledì 27 novembre 2019 ore 09:05

Spettacolo teatrale per la Stella Maris

Il Lions Club Pisa Certosa e la Stella Maris invitano tutti all’evento benefico di Natale, va in scena la “Traviata” del Crocchio Goliardi Spensierati



PISA — Una divertente parodia in vernacolo sarà l’evento solidale che il Lions Club Pisa Certosa e la Fondazione Stella Maris presentano per il Natale a Pisa. La “Traviata” vedrà salire sul palcoscenico Crocchio Goliardi Spensierati e andrà in scena il 5 dicembre alle ore 20,30 al teatro Verdi di Pisa. I proventi dell’iniziativa benefica saranno devoluti a un progetto innovativo per tutti i bambini.

Parliamo della “Smart Room”, la Sala di attesa sensoriale a cui il Lions Club Pisa Certosa dedica un vero e proprio service. La “Smart Room” è uno spazio il cui prototipo sarò realizzato nella sede di Calambrone, un ambiente capace di combinare i più elevati standard di accoglienza con la possibilità di “osservare” i piccoli pazienti durante il gioco, così da raccogliere dati utili al loro benessere e alla loro cura. Gli specialisti della Stella Maris hanno infatti compreso che “registrando” il bimbo in questa sua attività spontanea espressa nella vita quotidiana è possibile avere dati cruciali per la diagnosi e per la messa a punto di un percorso personalizzato di cura e riabilitazione. Il progetto avrà ricadute ampie per tanti bambini non solo toscani.

Lo spettacolo che verrà allestito e messo in scena dal Crocchio Goliardi Spensierati è “La Traviata”, per la regia di Giuseppe Raimo, una originalissima piéce, che la compagnia porta sul palcoscenico, insieme ad altri collaudati sodalizi come il Circolo Pisano della Società di Danza, con un nobilissimo obiettivo: dotare la Fondazione Stella Maris di una sala di attesa che sarà sviluppata con innovative soluzioni hi-tech. Il know-how tecnologico sviluppato dagli specialisti di Stella Maris, sarà declinato in modo interattivo e multimediale per l’attesa del piccolo paziente. Il progetto intende introdurre un nuovo approccio nella relazione dello spazio ospedaliero con i suoi ospiti. Da anni l’IRCCS pisana mette a punto metodiche avanzate che, utilizzando le tecnologie, trovano applicazione in ambito diagnostico, terapeutico e riabilitativo. Il nuovo ospedale rappresenterà per la Fondazione un grandissimo passo in avanti nella direzione di un consolidamento ed ulteriore sviluppo dell'attività di ricerca ed assistenza ai bambini affetti da disturbi neurologici e psichiatrici.

“Anche quest’anno il Lions Club Pisa Certosa ci invita a teatro per un evento solidale capace di coniugare l’impegno sociale con il sorriso, grazie alla parodia in vernacolo del Crocchio dei Goliardi Spensierati che sicuramente ripeterà il successo già raccolto L’anno scorso. Il Lions Club Pisa Certosa è un sodalizio che da anni si impegna a sostegno della Fondazione Stella Maris nei suoi più innovativi progetti – dichiara l’avvocato Giuliano Maffei, Presidente della Stella Maris - Anche in questo caso il Lions Club Certosa ha realizzato un evento solidale con un intento di altissimo valore, dare un aiuto concreto ai piccoli più fragili affinché sia per loro possibile migliorare la qualità di vita, accendendo una speranza di miglioramento. Grazie a questo magnifico sodalizio sarà ora possibile completare lo speciale progetto della sala di attesa terapeutica e multimediale”.

Dino Dringoli, presidente Lions, ricorda che “dopo il successo della ‘Francesca da Rimini’ dello scorso anno siamo felici di tornare al Verdi con una parodia ricca di humor e assente dalle scene dal 2013, quindi molto attesa dai pisani. Sono certo che la bravura degli interpreti, attori del Crocchio in testa, e l’interesse del pubblico consentiranno all’iniziativa di ottenere un nuovo ‘tutto esaurito’”.

La Traviata. Nientefumosa Parigi di metà Ottocento, la Traviata sarà ambientata tra Pisa e Orzignano. Marco Gremigni, Guido Bini, Fabiano Cambule, Mario Messerini, Antonio Boldrini, Fabio Vasarelli, Alessio Panetti e Emilio Murolo) animeranno questa iniziativa gli immancabili “24 Cosciotti non Depilati 24” – il celebre corpo di ballo goliardico “ammaestrato” (così si legge in locandina) da Sabrina Di Cristofaro – impegnato in tre balli: “Valzer del castagnaccio”, “Zingarelle” e “Can Can di Enrico Toti”. Il tenore professionista Marco Mustaro impersonerà Pavarotti.

Partecipano inoltre: il Coro dell’Università di Pisa, il Circolo Pisano della Società di Danza, il “Quartetto Beppe Del Genovese (con Alessandro Sodini e Franco Bonsignori alle fisarmoniche, Ettore Dreucci al pianoforte e Mauro Redini al mandolino), mentre i costumi sono stati affidati a Massimo Poli e le bellissime scenografie originali sono opera di Nicola Gorreri. Sul podio del direttore d’orchestra l’inossidabile Bruno Bardi, decano della goliardia pisana. La regia è affidata all’esperienza di Giuseppe Raimo, animatore di eccellenza del teatro amatoriale pisano.

I biglietti sono in vendita al botteghino del teatro Verdi oppure on line su vivaticket. 



Tag

La parodia di Boris Johnson per le elezioni, 'Love Actually' diventa 'Brexit Actually'

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca