QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 16°26° 
Domani 16°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 18 giugno 2019

Attualità venerdì 28 dicembre 2018 ore 18:00

Tendinite cronica, nuovo trattamento a Cisanello

Tendinite e fascite plantare cronica: all'azienda ospedaliero universitaria pisana c'è un nuovo trattamento non chirurgico



PISA — A Pisa è disponibile un percorso ambulatoriale per il trattamento non chirurgico delle degenerazioni tendinee e della fascite plantare cronica, che utilizza il Prp, ossia il plasma ricco di piastrine. 

Si tratta di una tecnica di medicina rigenerativa che impiega il plasma sanguigno del paziente per stimolare la proliferazione cellulare e che viene eseguita nella Sezione dipartimentale di Ortopedia e Traumatologia diretta dal dottor Maurizio Benifei.

Il prodotto derivato dal sangue venoso periferico viene utilizzato da diversi anni su scala mondiale in diversi ambiti della medicina (chirurgia maxillo-facciale, oculistica, dermatologica ed ortopedica). Il razionale del suo utilizzo risiede nel fatto che le piastrine, elementi normalmente presenti nel sangue umano, posseggono al loro interno una elevata concentrazione di fattori di crescita ovvero molecole in grado di influenzare il comportamento di altre cellule modulando la risposta infiammatoria e promuovendo la riparazione dei tessuti.
La preparazione del Prp consiste nel prelievo di sangue venoso autologo che viene sottoposto a centrifugazione e successivamente concentrazione. Al termine della procedura si ottiene un concentrato piastrinico liquido o, per aggiunta di calcio gluconato, di una membrana di consistenza gelatinosa.
Il Prp venne inizialmente utilizzato esclusivamente per la cura dei ritardi di consolidazione delle fratture e nelle ferite difficili che tardavano a guarire. In seguito le indicazioni si sono ampliate e la terapia con fattori di crescita di derivazione piastrinica ha trovato impiego sia nella cura delle lesioni della cartilagine che nelle patologie tendinee.
In Aoup il Prp fino ad oggi è stato sempre utilizzato come trattamento adiuvante di specifiche procedure chirurgiche. Il suo impiego avveniva pertanto esclusivamente all’interno della sala operatoria. La richiesta sempre crescente di trattamenti con Prp e i risultati incoraggianti sul trattamento soprattutto delle tendinopatie ha portato a creare un percorso ambulatoriale specifico dedicato alla somministrazione per via infiltrativa articolare e tendinea di PRP. L’ambulatorio è fornito di centrifuga e specifico kit per la preparazione del concentrato piastrinico. Viene eseguito un prelievo di sangue venoso al paziente e in pochi minuti avviene la preparazione del prodotto da infiltrare.
L’intera procedura non prevede ricovero ospedaliero e il paziente può ritornare rapidamente alle sue ordinarie attività.
Attualmente vengono trattate tutte le tendinopatie degenerative, la fascite plantare, l’epicondilite e le condropatie iniziali.
In prospettiva futura sono al vaglio ulteriori trattamenti infiltrativi che prevedono l’associazione del Prp con l’acido ialuronico.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Politica

Attualità