QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 15°21° 
Domani 14°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 19 aprile 2019

Attualità giovedì 13 ottobre 2016 ore 07:00

"Ogni strada per scongiurare licenziamenti"

Andrea Pieroni

Il conigliere regionale Andrea Pieroni annuncia il voto favorevole del Pd alle due mozioni sulla Ericsson presentate da Sì Toscana a sinistra e M5S



PISA — Andrea Pieroni lo ha annunciato nel corso della seduta del Consiglio regionale.

“Facciamo ogni sforzo possibile  -ha detto il consigliere- affinché si trovi un’intesa dignitosa per i lavoratori dello stabilimento pisano della Ericsson".

"Anche se l’atteggiamento dell’azienda non va in questa direzione -ha proseguito Pieroni- non ci rassegniamo, tenteremo ogni strada percorribile".

Il Pd regionale si unisce quindi all’appello di Sì Toscana a Sinistra e Movimento cinque stelle: "Chiediamo anche noi alla Giunta di perseguire con l'impegno messo in campo finora in questa vertenza, utilizzando anche misure analoghe per il settore. Mi riferisco alla Bassilichi dove per la sede pisana è stato creato un coworking, evitando trasferimenti. Tra l’altro un’opportunità già sperimentata con successo dal gruppo Ericsson di Sesto Fiorentino".

"Insistiamo fino all’ultimo minuto affinché questo polo, eccellenza della ricerca tecnologica, non venga impoverito e successivamente smantellato -ha agginto Pieroni- Condivido quanto detto dal presidente Rossi sulla possibilità, nel caso in cui Ericsson non faccia un passo indietro, di revocare finanziamenti regionali per i quali l’azienda è tuttora in corsa. Purtroppo dall’approvazione della mozione che presentammo come Gruppo Pd non sono avvenuti fatti positivi. Anzi. L’azienda ha disertato gli incontri e continua a dimostrarsi sorda a un confronto legittimo e necessario con istituzioni e sindacati. Tant’è che anche i prossimi tavoli sono stati convocati separatamente. Un atteggiamento incomprensibile e inadeguato da parte di una multinazionale come Ericsson".

"Se entro il 31 ottobre non si arriverà a una soluzione -ha concluso il consigliere- per i lavoratori coinvolti nei trasferimenti potrebbe aprirsi lo scenario peggiore. Faremo di tutto perché questo non accada. A tutti i dipendenti coinvolti e alle loro famiglie ribadiamo la nostra vicinanza e assicuriamo forte impegno”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità