Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:51 METEO:PISA14°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 06 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanremo, Achille Lauro vestito da sposa bacia Boss Doms e duetta con Fiorello

Cronaca sabato 02 gennaio 2021 ore 16:43

Trenta auto graffiate in zona Santa Maria

foto di repertorio

La denuncia dei residenti;"Auto prese di mira nei parcheggi la notte di Capodanno, in pieno coprifuoco. Mancano le telecamere"



PISA — Una trentina di automobili, parcheggiate in Via Porta Buozzi, in via Luca Ghini e in Via Galli Tassi, uniche zone riservate ai residenti della zona dopo la pedonalizzazione dell’Area Duomo, sono state graffiate, quasi tutte nelle due portiere laterali, durante il coprifuoco notturno di fine anno.

A riferire il fatto sono gli stessi residenti della zona di Santa Maria che parlano di "Gravissimo gesto vandalico favorito senza dubbio dall’assenza di telecamere di sorveglianza lungo le strade".

"Evidentemente - aggiungono - questa situazione era ben nota agli ignoti teppisti".

"Altre strade del quartiere di Santa Maria sono escluse dalle telecamere, che sono un fondamentale sistema di prevenzione e di repressione dei reati: piazza Arcivescovado, via dei Mille, via Corsica, piazza Buonamici, via Pasquale Paoli, via della Faggiola, via don Gaetano Boschi, Via Cardinal Maffi e via Roma, strade di grande movimento di persone e mezzi.

In alcune strade manca anche un efficiente impianto di illuminazione", continuano i residenti.

Il Comitato di Santa Maria chiede all’Amministrazione comunale di "Provvedere al più presto ad installare le telecamere in questa zona ed a potenziare il servizio di illuminazione pubblica". Per i danneggiamenti saranno formalizzate le denunce in Questura.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Lavoro