Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:40 METEO:PISA20°32°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 20 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Scontro in diretta tv tra Cecchi Paone e Cremaschi: «Intollerante e fascista»
Scontro in diretta tv tra Cecchi Paone e Cremaschi: «Intollerante e fascista»

Attualità giovedì 09 maggio 2024 ore 11:30

Un laboratorio per predire le germinazioni

Grazie a un gruppo di ricerca pisano è nato MedGermDB, banca dati di oltre 300 piante mediterranee: "Passo per capire il rischio d'estinzione"



PISA — Un vero e proprio hotspot di biodiversità: è questo il compito assegnato a MedGermDB, la prima banca dati che raccoglie le informazioni sulle condizioni sperimentali per far germinare i semi di oltre 300 piante native del Mediterraneo, nata grazie a un lavoro coordinato dall'Università di Pisa.

"Questo strumento ci consente di predire la germinazione di piante nel bacino Mediterraneo - ha spiegato Angelino Carta, professore di Botanica sistematica al Dipartimento di Biologi - la sua creazione è un passo fondamentale per comprendere il rischio di estinzione delle specie native e per prevenire gli inconvenienti che possono derivare dalla perdita di questo capitale naturale".

Le informazioni raccolte nella banca dati riguardano oltre 4.500 esperimenti di germinazione, in parte ricavati da un’analisi sistematica della letteratura esistente, in parte frutto di esperimenti ad hoc condotti dal gruppo di Pisa.

"In questi mesi stiamo calibrando i modelli per predire la rigenerazione delle piante da seme in uno scenario di cambiamenti climatici - ha aggiunto Diana Cruz, dottoranda del Dipartimento di Biologia - in modo da identificare quelle più adatte al restauro di ecosistemi mediterranei".

Lo studio su MedGermDB è stato pubblicato sulla rivista Applied Vegetation Science, e al progetto hanno partecipato Alessio Mo collaboratore al Dipartimento di Biologia e alcuni esperti internazionali: Eduardo Fernández-Pascual dell’Università di Oviedo in Spagna ed Efisio Mattana dei Royal Botanical Gardens nel Regno Unito.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il gruppo de La Città delle Persone rivendica il progetto per il nuovo passaggio: "Ipotesi migliore di una ciclabile tortuosa e costosa"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Pierantonio Pardi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Attualità

Attualità