Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:PISA12°23°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 14 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Rocco Hunt fa visita agli Azzurri in Germania per Euro 2024 e canta nello spogliatoio:

Attualità venerdì 24 marzo 2023 ore 12:26

Verso il futuro a passo di Tango

Università di Pisa, Scuola Normale e Isti-Cnr sono tra i partner di un progetto sull'intelligenza artificiale selezionato dalla Commissione Europea



PISA — Rafforzare la leadership dell’Europa nei sistemi di intelligenza artificiale che mettono al centro la persona. E' questo l'obiettivo del progetto Tango, che la Commissione Europea ha selezionato per essere finanziato nel programma Horizon Europe. Il progetto, che conta 21 partner tra università, centri di ricerca e imprese di nove paesi europei, è coordinato dall’Università di Trento e partirà il prossimo autunno. 

Il consorzio, al quale partecipano anche l’Università di Pisa, la Scuola Normale e l’istituto Isti del Cnr, è tra i gruppi di ricerca che si è messo in gioco per raccogliere una sfida importante: sviluppare un’intelligenza artificiale di nuova generazione, capace di rispettare la libertà di scelta delle persone e di condividerne valori e orientamento. Un'intelligenza artificiale, spiega una nota dell'università di Pisa, "Che non sia più percepita come una minaccia, ma come un’opportunità e come uno strumento di supporto alle decisioni da prendere. Una macchina, insomma, che lavori in sinergia con uomini e donne senza sostituirsi a loro, ma potenziandone le capacità".

"L’impatto sulle persone e sulla società del nuovo modello elaborato da Tango - prosegue l'ateneo- sarà valutato su alcuni casi di vita reale. Dall’ambito ospedaliero con applicazioni dedicate a donne durante la gravidanza e dopo il parto a équipe chirurgiche nelle decisioni da prendere durante tutto l’iter pre-, intra- e post-operatorio. Al settore bancario, con servizi alle persone che operano nel sistema dei prestiti e del credito. Alla sfera delle politiche pubbliche e, in particolare, di chi si occupa di progettazione di incentivi e di allocazione di fondi. L’eventuale successo di questi casi di studio favorirà l'adozione di Tango come quadro di riferimento per lo sviluppo di una nuova generazione di sistemi di IA sinergici e rafforzerà la leadership dell'Europa nell'IA incentrata sulla persona. La transizione a questa nuova generazione di intelligenza artificiale richiede una rivoluzione di approccio, di ripensare sia le basi teoriche, sia gli approcci computazionali. Ed è per questo che i 21 partner del consorzio di Tango hanno unito le loro forze".

“Bisogna essere in due per ballare il tango. La nostra prospettiva - spiega il coordinatore del progetto Andrea Passerini, professore al dipartimento di ingegneria e scienza dell’informazione dell’università di Trento - è che una profonda comprensione reciproca tra persona e macchina sia essenziale per lo sviluppo di sistemi di intelligenza artificiale veramente efficaci e innovativi in grado di espandere le capacità di ragionamento e di presa di decisione delle persone”.

Il team di Tango sostiene che, per fruire delle potenzialità dell’intelligenza artificiale nel migliorare i processi decisionali in scenari ad alto rischio, è necessario ripensare fin dalle basi teoriche il modo in cui i sistemi sono concepiti. Le persone dovrebbero poter superare le diffidenze e fidarsi dei suggerimenti di sistemi in grado di comprendere le loro esigenze e di dare garanzia di un reale supporto nelle decisioni da assumere. In una sorta di simbiosi tra persona e macchina.

“Per realizzare tale simbiosi - spiega la professoressa Anna Monreale che coordina il team del Dipartimento di Informatica - l’Università di Pisa in stretta collaborazione con ricercatori della Scuola Normale Superiore, coordinati dalla professoressa Fosca Giannotti, e dell’Isti-Cnr, coordinati dal dottor Salvatore Rinzivillo, lavorerà allo studio e sviluppo di algoritmi e sistemi consapevoli anche dei loro limiti, che potrebbero essere superati grazie alla cooperazione sinergica con l’essere umano. Tale collaborazione sinergica sarà resa possibile attraverso modelli che permetto all’uomo di comprendere il comportamento e le decisioni suggerite dalla macchina”. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Momenti di panico in un locale poco distante dal centro città, dove sono intervenuti i Carabinieri e anche il personale sanitario per placare l'uomo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Cronaca