Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:00 METEO:PISA21°27°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 06 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Vaccini, Speranza: «Unico strumento per chiudere questa stagione difficile»

Attualità lunedì 14 giugno 2021 ore 15:12

Visita statunitense a Oncoematologia pediatrica

La vestizione del vigile del fuoco Usa

Una rappresentanza della base Usa di Camp Darby ha fatto visita ai bambini ricoverati nel reparto dell'Azienda ospedaliero universitaria pisana



PISA — Questa mattina i bambini e le bambine ricoverate nel reparto di Oncoematologia pediatrica e pediatria dell'ospedale Santa Chiara hanno ricevuto una breve visita da parte della direzione della base statunitense di Camp Darby e del Dipartimento americano dei vigili del fuoco. Il primario di Oncoematologia pediatrica, dottoressa Gabriella Casazza, la direttrice della Farmacia Ospedaliera Dispositivi Medici, dottoressa Domenica Mamone con il suo staff di specializzandi, Caterina Mangano, Amelia Bellizzi e Federico Carbone, hanno ricevuto con entusiasmo gli ospiti americani. 

Fra loro il direttore della base Robert Chartier, Il tenente colonnello Miguel Flores Rivera, comandante del 405th Army Field Support Battalion Africa, ed i comandanti dei vigili del fuoco Bryant Benitez Brent Collins con il pompiere Antonio Salsedo. Presente anche la dottoressa Mojgan Azerdegan, in rappresentanza della Direzione Medica di Presidio. 

"L'obiettivo di questa giornata - hanno spiegato da Camp Darby -, fortemente voluta dalla dottoressa Mamone a seguito di vari incontri avvenuti in occasione di donazioni di dispositivi di protezione individuale e di dispositivi medici da parte del Governo degli Stati Uniti, era quello di offrire un diversivo a dei ragazzi fortemente provati dalla malattia e in maniera particolare anche dall'isolamento di quest'ultimo anno a causa della pandemia". 

I ragazzi hanno potuto così  assistere alla "vestizione" di un vigile del fuoco e hanno ricevuto una borsa con dei piccoli gadget relativi alla prevenzione degli incendi. 

"Il forte legame di amicizia e solidarietà fra il Governo degli Stati Uniti e l'Italia - hanno aggiunto dalla base statunitense - ha avuto oggi solamente un'ulteriore conferma". 

"Siamo grati di avere avuto l'occasione di essere qui oggi - ha detto il direttore Chartier -. Per noi e' un grande onore essere qui oggi, noi viviamo nel vostro territorio e siamo grati per tutto ciò che oggi abbiamo imparato da questi ragazzi, e lo siamo anche per l'incredibile supporto che da sempre l'ospedale di Pisa fornisce al nostro personale". 

Il tenente colonnello Flores ha voluto condividere con i ragazzi la sua esperienza da sopravvissuto al cancro: "Con l'esempio - ha detto -, la nostra forza ed il segno che riusciremo a lasciare nel prossimo usciremo vincenti da ogni situazione, anche la più difficile". 

La dottoressa Mamone, portando i ringraziamenti e i saluti della direzione aziendale Aoup, ha sottolineato come con l'unione e l'amicizia aiutino per una lotta comune, dove i protagonisti principali e maestri di vita sono questi ragazzi.

La dottoressa Casazza invece ha sottolineato le difficoltà riscontrate in questo ultimo anno: "Abbiamo dovuto favorire le cure immediate e necessarie a scapito di un rapporto umano più profondo e di grande impatto psicologico. La giornata di oggi ci aiuta a tornare lentamente alla normalità dopo tanto tempo".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Vittima della rapina una donna di 30 anni che dopo l'episodio è stata trasportata al pronto soccorso per le ferite riportate
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità

Attualità