QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 22°23° 
Domani 23°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 24 agosto 2019

Attualità mercoledì 14 agosto 2019 ore 08:48

Pisamover, il confronto con Bologna

Sulle cifre ecco l'analisi degli Amici di Pisa e del comitato piccoli azionisti del Galilei, che lanciano anche una proposta



PISA — "Il progetto del Pisamover fu ideato da SAT, allora in concorrenza con AdF per dare prestigio al Galilei, all’epoca ancora considerato unica porta d'ingresso della Toscana. La UE validò anche ecologicamente il progetto, stanziando un contributo pubblico di 27.835.000 € (ridotti poi a 21.139.000 € ), presupponendo l'utilizzazione della navetta da parte del 36% dei passeggeri del Galilei", dicono il Presidente Comitato Piccoli Azionisti Toscana Aeroporti Gianni Conzadori e il Presidente Associazione degli Amici di Pisa Steafano Ghilardi

"La gara pubblica europea, indetta per l’aggiudicazione del progetto People Mover e vinta dalla Pisamover spa, prevedeva che il 90% della sostenibilità del Piano Economico Finanziario (PEF), fosse annualmente garantita, dall’utilizzo della navetta da parte del 36% dei passeggeri del Galilei e solo per il 10%, dagli utenti dei parcheggi (200.000).

L’asseveramento del progetto con tali criteri, avrebbe dovuto generare i flussi di cassa necessari a rimborsare il finanziamento iniziale di 35.387.000 €, aumentati poi a 48.109.000 € e l'IVA di 7.364.000 €, aggiornata poi a 8.378.000 €.

Sino ad ora sono risultati insufficienti sia i proventi derivanti dai parcheggi che quelli dai passeggeri aeroportuali. Il prossimo anno il Galilei dovrebbe assicurare al Pisamover 2.072.967 utenti (36% dei 5.700.000 passeggeri). Purtroppo, nel 1° semestre del 2019, i suoi passeggeri sono stati 2.449.564 (- 1%, sul 2018 e meno della metà dei 5,7 milioni previsti), ma preoccupa soprattutto la perdita del 5,6% di passeggeri di giugno, contro l’aumento del 5,6% della media nazionale, mentre Firenze continua a crescere tranquillamente anche senza la pista di 2.400m (+6,2%).

Allora, per riequilibrare i conti e ripianare il grosso disavanzo accumulato dal Pisamover, si è deliberato di aumentare il prezzo del biglietto a 5 € e ridurre gli orari di servizio.

Bisogna però notare che sino ad ora numerosi passeggeri, per non pagare i 2,70 €, da e per il Galilei, percorrono a piedi, con trolley e navigatore, Via dell’Aeroporto o prendono la LAM Verde all’altezza di Via Pardi. Col biglietto a 5 €, il Pisamover probabilmente perderà altri passeggeri.

Facendo poi un confronto con la struttura similare presente a Bologna, è da notare che a fronte dei 72 milioni spesi per il Pisamover, a Bologna la navetta è costata 96 Milioni (più altri 33 accessori) e percorre in 7 minuti 5 Km, tutti in sopraelevata, per superare un fiume. Il biglietto bolognese costa 7,5 € (1,5 € a Km). Mentre a Pisa il costo chilometrico passerà da 1,5 a 2,8 Euro.

Pisa supera così, ma in peggio, la concorrente Bologna.

Ricordiamo a Regione, Comune, Provincia e Camera Commercio di Pisa che TA ha in bilancio partecipazioni in Firenze Parcheggi, Firenze Mobilità e Parcheggi Peretola (controllata al 100%), per cui chiedere un maggior coinvolgimento nella gestione dei parcheggi pisani, non è una eresia, ma buonsenso."         



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Spettacoli

Attualità

Politica