Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:39 METEO:PISA11°21°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 17 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tensione al corteo no Green pass di Milano, la protesta non si ferma e partono le cariche della polizia

Attualità lunedì 28 giugno 2021 ore 17:42

La banda ultralarga arriva casa per casa

Gabriele Carracoy, Gabriele Meucci e Stefano Ciuoffo

Open Fiber promette di collegare 3320 unità immobiliari del territorio sangiulianese. Si tratta di uno degli interventi più capillari della provincia



SAN GIULIANO TERME — Anche i cittadini di San Giuliano Terme potranno accedere a un servizio internet per navigare fino a 1 Gbps (Gigabit al secondo) in modalità FTTH (Fiber to the home), cioè con la fibra ottica che entrerà direttamente nelle case, nelle scuole, nelle aziende e negli uffici pubblici. Oggi la presentazione del progetto, per la quale è intervenuto anche l’assessore regionale alla connettività Stefano Ciuoffo. Insieme a lui il presidente del Consiglio regionale Antonio Mazzeo, Maurizio Ferrarini, network e operation di Open Fiber in provincia di Pisa, l'assessore comunale all'informatizzazione e alla semplificazione amministrativa Gabriele Meucci, l'assessore comunale ai lavori pubblici Francesco Corucci, il dirigente delle Opere pubbliche Leonardo Musumeci e il sindaco Sergio Di Maio.

Leonardo Musumeci, Francesco Corucci, Antonio Mazzeo, Gabriele Meucci, Sergio Di Maio, Stefano Ciuoffo, Gabriele Carracoy

A San Giuliano Terme l’azienda inizierà a breve i lavori per la realizzazione di una nuova rete di oltre 57 chilometri che vedrà 3320 unità immobiliari connesse con tecnologia FTTH, la stessa delle grandi città. L’infrastruttura di San Giuliano Terme è di proprietà interamente pubblica e sarà gestita in concessione da Open Fiber per 20 anni. L'intervento a San Giuliano Terme sarà tra i più capillari della provincia di Pisa.

“Dopo alcuni mesi ed una serie copiosa di approfondimenti – ha detto Stefano Ciuoffo - Open Fiber è riuscita a presentare i progetti definitivi per la realizzazione della banda ultralarga affinché anche il Comune di San Giuliano Terme possa, nei prossimi mesi, essere messo nelle condizioni di usufruire dei benefici della fibra e di poter impostare le basi per un nuovo modello di sviluppo, capace di dare risposte e soluzioni concrete a imprese e cittadini. Il ruolo della Regione è quello di coadiuvare gli Enti Locali affinché i lavori di infrastrutturazione digitale nelle aree bianche, fatti da Open Fiber, procedano nel minor tempo possibile per ridurre e, in caso, eliminare il divario digitale”. 

"Si tratta di una vera e propria rivoluzione che lancerà San Giuliano nel futuro - ha assicurato l'assessore comunale Meucci -. Qui avrà luogo uno degli interventi più capillari di Open Fiber in provincia di Pisa per quel che riguarda la connessione internet più veloce sul mercato, la fibra che arriva fin dentro ogni singola abitazione. Questo è frutto del lavoro sottotraccia ma incessante dei nostri uffici che nelle conferenze dei servizi tenutesi con i vari soggetti interessati hanno sempre risposto puntualmente e hanno avanzato le loro richieste anche per avere la garanzia del rispetto del nostro territorio e delle nostre sedi stradali". 

"Ad Arena Metato, Gello, Asciano, Agnano e molte altre frazioni e località - ha proseguito Meucci - verrà portata la connessione in fibra, con oltre 3.000 abitazioni cablate per circa un terzo della popolazione. Un lavoro complesso con oltre 80 km di cavi che verranno passati e renderanno sempre più digitale il nostro comune. Questo è ovviamente il primo importante passo, al quale sicuramente ne seguiranno altri fino al completamento di una infrastruttura che auspicabilmente coprirà tutto il territorio, già comunque a oggi raggiunto da connessione internet in ogni suo angolo. Più che come un punto di arrivo, lo vediamo come un punto di partenza, che assieme a ulteriori investimenti futuri, anche da parte di altri soggetti, ci consentirà di coprire un maggior numero di frazioni e quindi di utenze, con particolare attenzione a quelle che strutturalmente sono più in difficoltà per ragioni di conformazione del territorio. Ringrazio Open Fiber e la Regione, in particolare chi è qui oggi a rappresentarla, e la nostra struttura comunale".

Gabriele Carracoy, responsabile per le relazioni esterne della società che stenderà in cavi in fibra, ha detto che "come Open Fiber siamo felici di iniziare i lavori a San Giuliano Terme. La nuova rete sarà molto estesa, circa 57 chilometri, e per costruirla cercheremo di evitare disagi per i cittadini riutilizzando per il 72 percento del tracciato infrastrutture già esistenti".

Per le aree bianche presenti nel territorio comunale di San Giuliano Terme si prevede saranno realizzate opere per un valore di 1,7 milioni di euro. L’intervento della Regione per consentire l'accesso alla banda larga ad alta velocità alla totalità della popolazione toscana ha un valore complessivo di 160 milioni di euro, a fronte di una spesa di 74 milioni. Le opere realizzate permetteranno di attivare servizi in banda ultralarga per 770 mila cittadini residenti in aree bianche, per un totale di circa 531 mila unità immobiliari (abitazioni ed imprese).

La Regione ha indetto, nell'ambito del Piano Nazionale Banda Larga, due tipi di procedure di gara per l'infrastrutturazione digitale del proprio territorio. In particolare, con l’intervento a concessione beneficeranno di una copertura con tecnologia FTTH (Fiber To The Home, velocità ad almeno 100Mbps) e FWA (Fixed Wireless Access, velocità ad almeno 30Mbps) le aree bianche di tutti i Comuni toscani ad esclusione di quelli per i quali è previsto l'intervento diretto (che sono 12). La concessione per la costruzione, manutenzione e gestione della rete per 20 anni è stata affidata ad Open Fiber Spa. Il valore complessivo dell'intervento a concessione supera 126 mln di euro, a fronte di una spesa di circa 50 mln di euro.

Il progetto interessa la quasi totalità dei Comuni toscani. Al momento ne sono esclusi solo 14 per i quali la percentuale di territorio coperto da servizi di banda ultralarga da parte di operatori privati supera il 95%. La Regione, al fine di velocizzare l’iter delle pratiche e raccogliere in un’unica sede tutte le autorizzazioni necessarie all’aggiudicatario Open Fiber per la cantierabilità degli interventi, ha indetto numerose Conferenze di Servizi con tutti gli attori istituzionali coinvolti negli interventi. Ad oggi sono stati autorizzati in Conferenze dei Servizi i progetti di 214 Comuni.

In base all’ultimo report di Open Fiber, a fine marzo, sono 74 i Comuni in cui si sono conclusi i lavori e sono attivabili (in toto o soltanto in parte, sempre con riferimento alle aree bianche) i servizi in banda ultralarga con tecnologia FTTH o FWA. Ulteriori 45 Comuni si prevedono in attivazione entro la fine del 2021 raggiungendo le 184.000 UI “connesse” (circa il 45% del piano a concessione complessivo da completare entro il 2022).

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il corteo organizzato dal comitato Porta Fiorentina e dall'associazione Sguardo di vicinato ha sfilato da via Cattaneo fino in zona stazione
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nausica Manzi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca