Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:PISA19°23°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 26 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, scontri al corteo No green pass: i manifestanti sfondano il cordone della polizia

Attualità giovedì 06 maggio 2021 ore 12:50

Piazze e frazioni sempre più connesse

Finanziamento di 15mila euro per i nuovi hot spot. Angori e Lelli: "Rispondiamo alle sempre maggiori esigenze di connettività"



VECCHIANO — Piazze e frazioni vecchianesi sempre più connesse. Proseguono a pieno ritmo i lavori per implementare il servizio di wi-fi gratuito nel territorio. Lo rende noto il Comune.

"Gli hot spot wifi sono stati in piazza Carducci ad Avane, in piazza Allende a Filettole, in Piazza 1 Maggio a Nodica e in piazza Balducci a Migliarino. A breve sarà installato anche il quinto, a Vecchiano, in piazza Garibaldi - spiegano in una nota il sindaco Massimiliano Angori e l'assessore all'innovazione tecnologica Andrea Lelli- La nascita dei nuovi hot spot wifi sul nostro territorio è stata possibile grazie al finanziamento di 15mila euro: il Comune di Vecchiano infatti è risultato tra i Comuni vincitori della seconda call WiFi4Eu, progetto della Commissione Europea che mira a fornire ai cittadini e ai visitatori un accesso a Internet di alta qualità in tutto il territorio dell’Unione Europea appunto tramite hotspot Wi-Fi cui connettersi gratuitamente, in spazi pubblici quali parchi, piazze, uffici pubblici, biblioteche e centri sanitari.
A fare domanda di partecipazione erano stati oltre 10mila comuni, e noi siamo stati tra gli enti vincitori.
Questo finanziamento, dunque, permette agli utenti di accedere liberamente alle reti WiFi situate nelle aree pubbliche. Accanto questa operazione, la Regione Toscana continua a portare avanti a livello territoriale i lavori per l’estensione della fibra ottica".

“Il piano per l’estensione della Fibra ottica è quello che interessa le cosiddette ‘aree bianche - spiegano sindaco e assessore- ovvero i territori (gli unici dove il settore pubblico può intervenire direttamente) in cui, per i pochi abitanti, la distanza e la scarsa presenza di aziende, gli operatori privati hanno deciso (e dichiarato) di non voler investire. E ovunque, alla fine, si potrà navigare su internet a velocità che arrivano fino a 1000 megabit al secondo, fino a poco tempo fa possibili e immaginabili solo in città e non in piccole frazioni, andando pertanto a rivalutare e a mettere al centro tutti i singoli territori e le rispettive comunità, in un momento strategico in cui la pandemia ha dimostrato, attraverso una sempre più ampia diffusione di smart working per i lavoratori e di didattica a distanza per gli studenti, quanto la buona connettività sia imprescindibile. Continueremo adesso il nostro lavoro per intercettare le molte opportunità fornite dall'unione Europea per i Comuni e per rendere il nostro borgo più attrattivo per i turisti, più smart e accessibile per i nostri cittadini, gli studenti e i nostri giovani che già possono connettersi liberamente nelle zone di interesse pubblico, come già avviene nelle maggior parte d'Europa.''

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I numeri continuano a restare abbastanza bassi a livello provinciale. In Toscana 290 nuovi casi con 7 decessi correlati al virus
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità

Cronaca