Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:00 METEO:PISA11°14°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 23 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Sorprende i ladri nel suo bar: la reazione disperata della negoziante che protegge l’incasso

Attualità martedì 11 luglio 2023 ore 15:05

Un progetto per recuperare le lapidi del Comune

Le lapidi sulla facciata del palazzo Niccolini

Le 5 lapidi presenti sulla facciata del palazzo saranno restaurate previo assenso della Soprintendenza: "Un piccolo intervento di grande significato"



SAN GIULIANO TERME — Le cinque lapidi marmoree presenti sulla facciata del palazzo comunale di San Giuliano Terme saranno restaurate. L'intervento, il cui progetto è stato inviato alla Soprintendenza, riguarderebbe infatti proprio le lapidi dedicate a Garibaldi, a Niccolini, al 10° e 45° anniversario della Liberazione di San Giuliano il 26 settembre 1944 e ad una massima del patriota repubblicano Felice Cavallotti.

Esse saranno interessate da operazioni di pulitura, trattamento consolidante della materia e ripristino dei caratteri, al fine di ridare lettura completa dell'insieme. Nelle operazioni preliminari sono stati coinvolti gli studenti e le studentesse dell'istituto d'istruzione superiore "Santoni" di Pisa, durante lo stage di alternanza scuola lavoro relativamente al progetto formativo di Pcto.

"Si tratta di un piccolo intervento, ma che racchiude in sé un grande significato per delle lapidi che ricordano momenti importanti della storia di San Giuliano Terme - hanno commentato l'assessore alla Rigenerazione urbana Matteo Cecchelli e l'assessore ai Lavori pubblici Francesco Corucci - esse rappresentano una linea storica fondamentale per il territorio sangiulianese e per il nostro Paese, caratterizzata dalla nascita del Niccolini fino al quarantacinquesimo anniversario della Liberazione, passando per l'Unità d'Italia".

L'edificio, nei secoli, ha visto infatti la nascita del Niccolini, oltre a essere stato sede podestarile del Granducato di Toscana. La storia del fabbricato è caratterizzata da un complesso processo di crescita edilizia che rientrò nelle più ampie dinamiche di trasformazione dei “Bagni di San Giuliano e loro adiacenze”, avviate da Francesco Stefano Lorena, granduca di Toscana, nella seconda metà del secolo XVIII.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Alla Botte due giorni di approfondimenti per il progetto di manutenzione sull'infrastruttura. Angori: "Presto individueremo la ditta incaricata"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità