Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:PISA13°22°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 24 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Napoli, strattonata e rapinata poi viene trascinata dal ladro con l'auto

Cronaca martedì 03 giugno 2014 ore 09:05

San Michele, una vita per il gioco

Presentato allo spazio Sms il film che racconta la magistratura del San Michele. Un anno di riprese da parte del regista amatoriale Stefano Vannelli



PISA — Ottimo successo di pubblico per la presentazione del film "una vita per il gioco". Circa 300 persone hanno assistito a questo film che ripercorre il percorso di un anno della squadra del San Michele, la più temuta, la più forte, ma anche la meno amata tra le magistrature che si presentano ogni anno sul ponte di mezzo. Il regista amatoriale Stefano Vannelli si è incuriosito e appassionato al gioco e tramite un amico è riuscito a seguire gli allenamenti della squadra.

Il capitano Roberto Biagi, detto Bob, ci racconta come è nato e si è sviluppato il film:"All'inizio non pensavamo che il progetto fosse così ambizioso, ma invece il lavoro fatto è stato di ottimo livello. Vannelli ha seguito passo dopo passo i nostri allenamenti, ma anche i momenti di aggregazione della squadra, le cene e tutto quanto fatto dalla magistratura nell'inverno del 2013. Il film si chiude con le immagini della sfilata e della sfida sul ponte dello scorso giugno." Un impegno importante e tante ore sotto la macchina da presa." In totale sono state fatte 15 ore di riprese e alla fine il regista è riuscito a montare questo film che dura 44 minuti e ben rappresenta la vita e la passione per il gioco del San Michele, ma che vale per qualsiasi magistratura che affronta il gioco, ognuno ovviamente a suo modo e con le proprie tradizioni."

Biagi tiene a sottolineare alcuni aspetti del film:" Sono state realizzate molte interviste ma la più significativa a mio modo di vedere è quella di Stefano Bonamini. Stefano ha partecipato a tutte le edizioni del gioco dal 1982 ad oggi, ma a causa dei nuovi regolamenti che impongono il limite di età a 50 anni non potrà partecipare alla prossima edizione. Mi sembra una cosa assurda, visto che Stefano sta ancora bene e voleva continuare a combattere." Infine Biagi sottolinea come il gioco negli ultimi anni, grazie anche ad iniziative di questo tipo, stia tornando ad essere importante per i pisani e non solo:" Il fatto di aver portato il gioco del ponte al sabato sera ha riavvicinato un buon numero di pubblico sui lungarni. Sono tante anche le cose che si fanno durante l'anno, ed è positivo che non si parli del gioco solo negli ultimi giorni."

Dopo la proiezione del film è stato offerto un buffet e una degustazione di vini da parte delle donne del San Michele e nello spazio espositivo SMS si è potuto visitare la mostra i colori del gioco, a cura di Artedonna. La settimana prima c'era stata la gara tra i mangiatori di peperoncino, che ha visto vincere un combattente di San Marco. Il dvd una vita per il gioco si può acquistare presso la magistratura del San Michele al costo di 12 euro.

trailer "Una vita per il gioco" di Stefano Vannelli
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un'altra vittima del Covid sul territorio provinciale pisano e altri 36 nuovi casi. In Toscana ci sono 5 decessi e 285 nuovi casi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

CORONAVIRUS

Cronaca