Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:PISA17°27°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 25 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, scontri al corteo No green pass: i manifestanti sfondano il cordone della polizia

Attualità lunedì 05 luglio 2021 ore 11:17

La lavanda fiorisce sulle colline pisane

L'analisi di Coldiretti: "Aziende e superfici decuplicate in dieci anni. Sulle colline pisane cresce il progetto La Valle dei Profumi”



SANTA LUCE — La lavanda fiorisce colorando di viola le colline di Santa Luce e Orciano. Qui, anche grazie al progetto  La Valle dei Profumi la coltivazione di questa pianta ha sviluppato una vera e propria filiera delle erbe officinali, dove la lavanda viene coltivata e trasformata in oli essenziali. Una spinta che ha aperto le porte anche a nuove filiere, come didattica e turismo.

"Un’esperienza pionieristica che risale al 2015 e che ha sicuramente contributo attraverso lo strumento del Piano Integrato di Filiera della Regione Toscana al boom toscano della lavanda" spiega Coldiretti Pisa.

Secondo una stima dell'associazione "Le superfici destinate alle erbe officinali sono decuplicate nell’ultimo decennio così come le aziende che progressivamente hanno convertito o destinato parte dei terreni, anche incolti, alla produzione di lavanda. L’esempio della Valle dei Profumi è tra i più interessanti a livello nazionale: oggi gli ettari destinati alla lavanda sono complessivamente diciotto dai due iniziali".

Un trend confermato anche nel resto della Toscana, dove le aziende che si sono specializzate nella coltivazione della lavanda "Sono almeno un centinaio per circa 250 ettari coinvolti" aggiunge Coldiretti.

“Le potenzialità del settore – commenta il presidente di Coldiretti Pisa e Toscana Fabrizio Filippi – sono notevoli così come i campi di applicazione delle erbe officinali ed in particolare per la lavanda che è tra erbe officinali più coltivate in Toscana diventate nel frattempo anche un interessante strumento di promozione e turismo del territorio. In questi giorni, nelle colline pisane, e così come nel resto dei territori della nostra regione vocati alla lavanda, arrivano turisti ed appassionati per fare passeggiate nei profumati campi colorati di viola. È nato un vero e proprio turismo attorno alle erbe officinali con le aziende che hanno sviluppato attività didattiche ed iniziative di intrattenimento”.

In Toscana i lavandeti panoramici, da fotografare, sono sparsi in tutte le province. Si trovano oltre che a Santa Luce a Orciano, a Massarosa sulle rive del Lago di Massaciuccoli, in Maremma, nella valle del Chianti e nell'Aretino.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nuovo aggiornamento sul fronte Coronavirus. I dati aggiornati alle ultime ventiquattro ore dal bollettino regionale. Nessun decesso nel Pisano
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità

Cronaca