Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:01 METEO:PISA11°13°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 27 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Vaccino Pfizer per i bambini di 5-11 anni. Tutti i dati su rischi e benefici

Attualità martedì 15 giugno 2021 ore 11:24

Oltre 70 ettari per la Banca della Terra

Giovani e imprese: un bando mette a disposizione 2 lotti nel pisano. 63 ettari a Montecatini Val di Cecina 11 a San Giuliano Terme



MONTECATINI VAL DI CECINA — Dal progetto Banca della Terra 74 ettari di terreni e fabbricati tra Montecatini Val di Cecina e San Giuliano per una nuova spinta a alle imprese e accompagnare lo "storico ritorno alla campagna" da parte dei giovani.

In provincia di Pisa i numeri parlano di 2.778 imprese agricole ed un un incoraggiante rimbalzo positivo del + 3% in controtendenza rispetto a tutti gli altri settori (-4,3%) in Toscana. Numeri che emergono dall'analisi di Coldiretti sulla base dei dati di Unioncamere divulgato in occasione dell’apertura del quarto bando della Banca delle terre (Bat) che mette a disposizione due lotti nel pisano, uno da 63 ettari, nel comune di Montecatini Val di Cecina e uno di quasi 11 a San Giuliano Terme.

La Banca delle terre agricole è un database contenente la mappatura delle terre ed è stato creato per consentire, soprattutto ai giovani, di reperire su internet i terreni di natura pubblica in vendita così da riportare all'agricoltura anche le aree incolte.

"La disponibilità di terra  - spiega Coldiretti in una nota-è il principale ostacolo alla nascita di nuove imprese agricole condotte da giovani soprattutto perché la vera novità rispetto al passato sono gli under 35 arrivati da altri settori o da diverse esperienze e non possono contare sul patrimonio fondiario familiare. Il sostegno alle aziende dei giovani è positivo per l’insieme dell’agricoltura nazionale e per il Paese poiché la capacità di innovazione e di crescita porta le aziende agricole dei giovani ad avere un fatturato più elevato del 75% della media e il 50% di occupati per azienda in più".

“I giovani sono motori di innovazione e rigenerazione. Attraverso il loro lavoro, le loro idee e l’impegno la nostra agricoltura è diventata più green d’Europa ma anche la più sostenibile. – analizza Fabrizio Filippi, presidente Coldiretti Pisa e Toscana – La Banca della Terra è una straordinaria opportunità soprattutto per i giovani che vogliono cambiare il loro stile di vita, applicarsi per sostenere un modello economico sano e rispettoso dell’ambiente portando in dote la loro naturale predisposizione all’impiego della tecnologia e dell’innovazione. La Toscana, da questo punto di vista, è una terra ricca anche di esperienze interessanti che rendono la nostra agricoltura tra le più all’avanguardia”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I dati aggiornati alle ultime ventiquattro ore fotografano la situazione sul fronte epidemico nella provincia di Pisa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Tabasco n.6

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Lida Chiavacci Ved. Ginesti

Giovedì 25 Novembre 2021
Onoranze funebri
BIASCI Lorenzana Collesalvetti Casciana Terme
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità