QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 13° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 22 febbraio 2019

Cronaca lunedì 07 luglio 2014 ore 13:50

Luca più forte della sindrome X fragile: laurea con lode

Luca Razzauti si è appena laureato a Pisa in Discipline dello spettacolo e della comunicazione ottenendo il massimo dei voti



PISA — Si è laureato in Discipline dello spettacolo e della comunicazione con 110 e lode Luca Razzauti, studente affetto da una sindrome genetica chiamata X fragile. Luca ha discusso la sua tesi intitolata L’ambiente del dramma. “La viaccia” di Mauro Bolognini tra letteratura, pittura e musica, lunedì 30 giugno, ottenendo il massimo dei voti.

Alla discussione erano presenti Paolo Mancarella, delegato del rettore per la disabilità e Federica Gorrasi, responsabile dell’Unità di servizi per l'integrazione degli studenti con disabilità.

La sindrome X fragile è una patologia che conferisce tratti autistici con relativa difficoltà comunicativa. Nei suoi anni universitari Luca, 27 anni, originario di Livorno, è stato coadiuvato da tutor che lo hanno affiancato durante le attività didattiche e ha sostenuto gli esami in forma scritta utilizzando la Comunicazione facilitata alfabetica

“Luca ha raggiunto questo traguardo grazie alla sua volontà, alla sua caparbietà e alla sua voglia di conoscere e di imparare nonostante gli ostacoli che deve affrontare quotidianamente a causa della sua condizione – dice Paolo Mancarella - Per tutti noi, che negli anni abbiamo cercato di fornire a questo studente il supporto necessario, la sua laurea è motivo di enorme soddisfazione e, mi sia concesso, di orgoglio. I miei ringraziamenti vanno innanzitutto a tutto lo staff dell’Usid, alla squadra di studenti tutor e compagni di studio che hanno accompagnato Luca in questi anni, così come a tutti i docenti che ha incontrato e che hanno mostrato sensibilità e disponibilità a fronte dei suoi bisogni speciali. Spero e mi auguro che il percorso di Luca all’università di Pisa non si concluda qui: se deciderà di proseguire gli studi, noi tutti saremo ancora al suo fianco”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Politica

Attualità