comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 20°28° 
Domani 19°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 20 settembre 2020
corriere tv
M5S, il ritorno di Di Battista: «Votare turandosi il naso? La cabina elettorale non è un cesso pubblico»

Attualità martedì 15 settembre 2020 ore 17:26

Migliaia di alberi da piantare sul Monte Pisano

Il Monte Pisano (foto di Piero Frassi)
Il Monte Pisano (foto di Piero Frassi)

Piantumazioni anche nel territorio comunale vicarese. Incontro pubblico al Teatro per illustrare i progetti dell'Amministrazione



VICOPISANO — Un grande piano per ripopolare di alberi il territorio comunale e il Monte Pisano. E' quello lanciato dall'amministrazione comunale vicarese, insieme alla Regione Toscana, alla Comunità di Bosco e al Comune di Calci.

I numeri parlano di migliaia di piante autoctone per il Monte Pisano, grazie a un finanziamento di 60mila euro, da parte di un'azienda privata. Il terreno, dopo gli incendi del settembre 2018 e del febbraio 2019 è pronto ad ospitare gli alberi. Sul territorio vicarese invece sono 500 gli arbusti da piantumare. I nuovi alberi arrivano da vivai certificati e renderanno più sicuri i crinali. Inoltre, a differenza di altri arbusti come i pini, sono più resistenti al fuoco.

Il progetto verrà spiegato meglio alla cittadinanza in un incontro in programma al teatro di via Verdi lunedì 28 settembre alle 21,15.

I 500 nuovi alberi nel territorio di Vicopisano saranno piantati in strade, piazze e parcheggi. Riguardo al Monte Pisano e alle piante autoctone destinate l'assessore all'ambiente, Fabiola Franchi, ha spiegato: "E' un progetto molto importante, che portiamo avanti con la Regione Toscana, la Comunità di Bosco, il Comune di Calci e una azienda di rilievo del nostro territorio che, per compensare le emissioni di CO2 nell'atmosfera, ogni anno fa qualcosa per la natura: rimboschimenti, parchi urbani, ripiantumazioni ecc. Quest'anno il suo sguardo si rivolge al nostro Monte ferito e per questo ha stanziato 60mila euro: ventimila per il Comune di Calci, ventimila per il nostro Comune e ventimila per la manutenzione. Si tratta di migliaia di piante autoctone, provenienti da vivai forestali certificati, come roverelle e sughere ad esempio, molto resistenti al fuoco, al contrario dei pini che invece lo fanno propagare velocemente, e in grado di rendere più sicuri i crinali percorsi dal fuoco, impendendo il dilavamento del Monte e quindi proteggendo anche il fondo valle".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Cronaca

Cronaca

Cronaca