Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:45 METEO:PISA16°22°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 26 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Elezioni, c'è una novità e un solo vincitore: ora è il tempo della responsabilità

Attualità sabato 30 luglio 2022 ore 16:45

Consiglio comunale in coro contro i tralicci

L'assemblea pubblica convocata a Vecchiano

Maggioranza e minoranza insieme per contestare il riassetto della rete di Terna deciso dal Governo. Angori: "Vincoli che non permettono tale scelta"



VECCHIANO — Il Consiglio comunale dice no al riassetto della rete di Terna nell'area di Lucca e che interessa anche Vecchiano, in località Laiano. Un progetto del Governo cominciato a Dicembre 2021 e che, da quel momento, ha messo sull'attenti la giunta comunale e la comunità di Vecchiano.

"Abbiamo deciso di convocare una seduta pubblica in modo da consentire un'ampia partecipazione su questa tematica che l'amministrazione sta seguendo dal 2013, per tentare di proteggere questa parte di territorio da un nuovo insediamento di tralicci da parte di Terna - ha spiegato il sindaco Massimiliano Angori - si è trattato peraltro di una discussione partecipata dalla cittadinanza, che ha visto una decina di interventi da parte della popolazione". 

"La nostra giunta si è mossa per opporsi formalmente a questa decisione firmata dal presidente Draghi e dal ministro Cingolani, affidando anche appositi incarichi a tecnici specializzati per sostenere tale ricorso - ha aggiunto - abbiamo poi iniziato a lavorare al documento dell'ordine del giorno, arrivando a un testo condiviso tra la maggioranza e i gruppi di Vecchiano Civica e Un Cuore per Vecchiano. Infine, nei giorni scorsi, ho scritto personalmente una missiva al presidente Draghi per contestare questa decisione anche alla luce del recentissimo incendio che ha colpito la zona di Laiano".

"L'area sulla quale insiste il progetto è infatti soggetta a vari vincoli, come la tutela ambientale e paesaggistica. Inoltre, la nuova stazione elettrica si collocherebbe a poche centinaia di metri da una stazione elettrica esistente - hanno specificato le assessore Sara Giannotti e Mina Canarini - il Ministero della Cultura ha espresso parere negativo sul progetto in questione, anche basandosi sui pareri negativi resi dalle competenti Soprintendenze e infine gli uffici preposti".

"Filettole è già interessata da diverse infrastrutture, tra cui l’autostrada. Inoltre, la cava che sarà occupata dalla stazione elettrica è quasi del tutto rinaturalizzata - hanno detto sindaco e assessore - l'ultima vicenda dell'incendio chiede adeguata considerazione dal punto di vista ambientale".

"Per tutto questo, attraverso il documento approvato dal nostro Consiglio comunale, esprimiamo piena contrarietà per un progetto così invasivo per il nostro territorio - hanno concluso - con una decisione che ha, di fatto, esautorato Vecchiano e i cittadini. Una scelta contraria alla salvaguardia e alla tutela del paesaggio, a tutto il contesto socio economico della località di Laiano".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Lutto per la scomparsa di Anna Di Milia Tongiorgi, Cavaliere della Repubblica Italiana e fino al 2021 presidente dell’associazione Non più Sola
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Politica

Cronaca

Cronaca