Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:14 METEO:PISA11°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 27 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quirinale, il «quasi» conclave nel ristorante di Roma con Orlando, Provenzano, Ronzulli, Tajani e Cesa

Attualità martedì 21 gennaio 2020 ore 16:20

Un piano integrato per il Parco di San Rossore

Discussa in commissione Ambiente l’informativa su quello che è considerato il “più importante strumento di pianificazione e programmazione"



PISA — Dal Piano Territoriale al Piano Integrato. Si è discussa oggi, in commissione Ambiente del Consiglio regionale, l’informativa su quello che è considerato il “più importante strumento di pianificazione e programmazione per il territorio e le comunità”. 

La fase di avvio appena iniziata e illustrata dal presidente dell’Ente Parco di Migliarino San Rossore Massaciuccoli Gianni Maffei Cardellini traccia, come sottolineato dal presidente della commissione Stefano Baccelli, “linee guida importanti” per “coniugare tutela ambientale e promozione del territorio, qualità paesaggistica e presenza umana, conservazione di attività storiche identificative della nostra cultura e sviluppo di vocazioni più recenti come il turismo”.

Il Piano Territoriale approvato trent’anni fa, spiega il Consiglio regionale in una nota,  “definiva il quadro conoscitivo del territorio protetto suddividendolo in 'Tenute', ciascuna con una propria gestione, suddivisione delle possibilità d’uso, modalità di intervento e conservazione”. 

“L’esperienza maturata negli anni sarà la base del nuovo Piano Integrato" ha spiegato Maffei Cardellini, parlando di consapevolezza più profonda su problematiche ambientali, modifiche climatiche, temi energetici, produzione agricola biologica, risparmio di suolo e biodiversità. L’obiettivo è quello di elaborare una “visione contemporanea del Parco che sia modello per una società attenta allo sviluppo sostenibile e al rispetto dell’ambiente e della natura”.

"Coordinare le diverse specificità  - si legge nella nota del Consiglio regionale-sarà quindi la vera sfida per una riserva (24mila ettari di cui oltre 10mila di boschi naturali, oltre 6mila di aree umide, 30 chilometri di spiagge con dune in evoluzione costante, 9mila ettari di area marina protetta delle Secche della Meloria)  riconosciuta dall’Unesco che, come ha ricordato il presidente, si sviluppa all’interno di un’area metropolitana composta da ambiti geografici come il 'Parco delle Tenute e delle Fattorie' e da elementi eco-sistemici del paesaggio quali il 'Parco delle Acque', il 'Parco dei boschi', le 'Spiagge e le Dune del Parco'. Alla fase di avvio iniziata in commissione, seguirà quella del confronto e della partecipazione con gli enti locali, le associazioni, le categorie economiche e produttive, ha ricordato Baccelli.

"Intanto - rende noto il Consiglio regionale- la commissione ha approvato a maggioranza (si è espressa contro la Lega), il bilancio di esercizio 2018 dell’Ente, che chiude con un utile di 182mila 642 euro, in calo rispetto all’esercizio precedente. Il valore della produzione è pari a 4milioni 587mila 959 euro di cui 910mila 497 sono i ricavi delle vendite e delle prestazioni, 1milione 677mila 272 sono i contributi in conto esercizio della Regione. Seguono i contributi da altri enti (903mila 282), quelli di altri soggetti per progetti specifici (228mila 145). I costi della produzione ammontano a 4milioni 304mila 192 euro, in “forte aumento rispetto all’esercizio precedente (3milioni 680mila 730). Nel dettaglio i costi per acquisti di beni e materie prime aumentano e passano da 62mila 498 a 272mila 169; crescono anche i costi per acquisti di servizi (da 705mila 096 a 1milione 215mila 346). Cala il costo per il godimento dei beni di terzi (si passa da 27mila 820 a 18mila 846); in leggera diminuzione anche il costo del personale che ammonta a 1milione 597mila 204 (era 1milione 615mila 375 nell’esercizio precedente)".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il caso, riguardante l'ospedale Santa Chiara, è stato portato all'attenzione pubblica dalla trasmissione di Rete4 "Fuori dal coro"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Sport

Politica