Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:33 METEO:PISA10°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 21 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Mustafa è in Italia, il bambino simbolo della guerra in Siria arrivato a Roma

Politica lunedì 05 ottobre 2020 ore 17:45

Betti fa "cappotto", "Ora subito a lavoro"

Michelangelo Betti raggiante dopo la vittoria

Il candidato sindaco del centrosinistra ha vinto in tutte le 36 sezioni scrutinate, superando l'avversario diretto di quasi venti punti percentuali



CASCINA — 36 sezioni si 36. Michelangelo Betti, candidato del centrosinistra, batte al ballottaggio in tutti i seggi del territorio l'avversario Leonardo Cosentini, candidato del centrodestra e diventa sindaco di Cascina.

Una vittoria mai in discussione quello di Betti e apparsa netta subito, sin dallo spoglio delle prime schede, che lo stesso Betti ha seguito passo passo nella sede del suo comitato elettorale su Corso Matteotti.

Betti segue lo spoglio nella sede del comitato

A metà scrutinio i primi timidi applausi da parte dei suoi sostenitori, ma è a due terzi, con un vantaggio incolmabile ( alla fine il dato definitivo è 59,02 per cento conto 40,98 per cento di Cosentini, con una affluenza di poco superiore al 52 per cento ) che Betti si lascia andare e fa le prime dichiarazioni:"Voltiamo pagina. Non era banale, quando siamo partiti sin dal 2016 è stata una corsa in salita fino alle Europee, dove la Lega a Cascina aveva il 34 per cento da sola. Stiamo parlando solamente di un anno fa e in questi mesi il lavoro fatto ha dato i suoi frutti. Siamo partiti con una coalizione che aveva un suo programma ma poi siamo stati pronti anche ad un apparentamento formale sia con la sinistra civica che con il M5s. Ritengo che queste siano state scelte importanti, che hanno dato una prospettiva diversa a questo Comune. abbiamo dimostrato di voler fare sul serio fino in fondo anche ridefinendo i confini della coalizione".

La folla su Corso Matteotti

Mentre parte una vera e propria acclamazione di piazza, con tantissimi sostenitori sul Corso ( e molti cantano "Bella Ciao", il video pubblicato su facebook è in fondo all'articolo ) Betti dedica la vittoria proprio all'impegno di squadra "E a una grande comunità politica che ha lavorato tutta insieme. Quando siamo partiti a febbraio non pensavo di avere così tante persone al mio fianco, che si sono impegnate tantissimo".

I complimenti di Alessandra Nardini

A fare i complimenti a Betti ci sono anche i consiglieri regionale Pd Nardini e Mazzeo, i sindaci di San Miniato e Castelfranco Giglioli e Toti, quello di Calci Ghimenti e altri. Toccante l'abbraccio col padre, storico militante della sinistra cascinese, giustamente orgoglioso del traguardo raggiunto dal figlio.

L'abbraccio col babbo

"Cosa farà da subito? Mi metterò a lavoro", dice Betti. "Si parte da riscrivere i regolamenti scritti dalla Lega in questi anni, a partire da quello della raccolta differenziata. Se si parla dei primi cento giorni si parla di scelte da fare giorno per giorno. Da subito ampliamento e revisione di norme per il contrasto al Covid e poi sgravi su imposte comunali per le nuove attività."

Pochi passi sul Corso e Betti arriva al Comune per la tradizionale foto sotto l'insegna. Qui c'è il "gomito" con l'avversario sconfitto, Leonardo Cosentini, che gli augura da subito buon lavoro.

Il "gomito" con Leonardo Cosentini

Intanto, il Pd gioisce per avere ripreso quella che per quattro anni è stata una roccaforte leghista. La segretaria regionale Bonafè parla di "Grande soddisfazione".

Per Antonio Mazzeo "Il governo della Lega sul territorio è stato sonoramente bocciato e gli elettori hanno premiato le energie nuove che il Partito Democratico è stato in grado di proporre, lanciare e valorizzare". L'altra consigliera regionale Alessandra Nardini sottolinea "La vittoria simbolica e di sostanza, la stagione della Lega è avviata al tramonto". "L'autunno ha portato nuovi colori, premiata la competenza", dice la deputata Ciampi, mentre Italia Viva si dice "Certa che il nuovo Sindaco, che la città la conosce e la ama, saprà fare in modo che il ritardo accumulato nello sviluppo cittadino in questi anni, venga prontamente recuperato e Cascina possa essere, come merita, un punto di riferimento nella provincia in quanto a buona amministrazione".

Cinquestelle decisivi per voltare pagina, ha detto Irene Galletti, consigliera regionale M5s:"Dopo soli 4 anni di amministrazione travagliata e inconsistente i cascinesi, comprensibilmente, hanno deciso di mandare a casa il centrodestra. Questo grazie anche al contributo del Movimento 5 Stelle, che da domani sarà parte di un più ampio laboratorio di idee che vedrà più persone e soggetti politici e civici lavorare insieme per una città migliore. Auguro buon lavoro a David Barontini, Fabio Poli e a tutti i nuovi eletti in Consiglio comunale."

Le prime dichiarazioni da neo sindaco

Infine la composizione del nuovo consiglio comunale, dove entrano, in maggioranza, 11 Pd, 2 M5s e 2 lista Masi. All'opposizione, oltre a due candidati sindaci sconfitti ( Cosentini e Rollo ) 4 lega, 1 Fdi, 1 lista Cosentini e 1 Valori e impegno civico.

Alessandro Turini
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
E' scomparso a 75 anni Massimo Bendinelli. Per anni ha gestito il negozio di forniture elettriche in piazza Guerrazzi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità