Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:00 METEO:PISA10°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 29 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La lezione di Burioni: «Variante Omicron? Dobbiamo da un lato stare attenti e dall'altra vaccinarci»

Politica martedì 17 gennaio 2017 ore 16:06

"Proposta aberrante e sconcertante"

La consigliera regionale Pd Alessandra Nardini

La consigliera regionale del PD Alessandra Nardini interviene sulla proposta di abolire la Consulta Comunale per le Pari Opportunità di Cascina



CASCINA — “La proposta di abolire la Consulta Comunale per le Pari Opportunità è un atto discriminatorio e offensivo nei confronti dell’intera comunità. 

Mi interessa ascoltare con quali motivazioni sarà sostenuta questa proposta, voglio capire chi è il ‘nemico’ di questa maggioranza. Sono le donne e gli uomini che negli anni hanno contribuito con impegno e competenza a rendere questa comunità più giusta e democratica? Sono forse d’intralcio i passi avanti e i risultati raggiunti dal 2014 a oggi, le iniziative messe in piedi nel campo delle pari opportunità?

Ceccardi dice che oggi, a Cascina, ci sono tante donne nelle istituzioni. Sono profondamente convinta che la presenza, finalmente, delle donne nelle istituzioni sia dovuta proprio all’impegno messo in questi anni in tutti gli ambiti che riguardano le politiche di genere. In nome quale credo politico si muove, se non quello dell’intolleranza e della discriminazione, una forza politica che liquida il ruolo e l’attività della Consulta? 

Sono basita e scioccata dalle affermazioni di chi considera la Consulta per la Pari Opportunità di Cascina un organo di propaganda gender. Assolutamente falso e mistificatorio. Ma guarda caso perfettamente in linea con un incontro che si terrà sul palco del Politeama – un tempo celebre per spettacoli d’avanguardia e di ricerca - venerdì 20 gennaio, con un titolo che purtroppo parla da solo: ‘Gender e omodittatura, colonizzazione ideologica’. Non è bastato il vergognoso no alle unioni civili, la chiusura a diritti finalmente conquistati. Chi ha l'onore e l'onere di amministrare una comunità dovrebbe voler rappresentare e tutelare i diritti di tutte e tutti. 

Fa male leggere come a Cascina si cerchi di distruggere un percorso di civiltà a cui donne e uomini di questa città hanno dato tantissimo, impegnandosi, probabilmente, senza immaginare che un giorno al Comune sarebbe soffiato il vento del Medioevo”.

Così Alessandra Nardini, consigliera regionale del Partito Democratico, interviene sulla proposta di abolire la Consulta sulle Pari Opportunità del Comune di Cascina, con una mozione all'ordine del giorno del consiglio odierno.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La provincia di Pisa, nelle ultime 24 ore, registra quasi cento nuove positività al coronavirus. Il dettaglio per Comune di residenza
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca