Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 06:50 METEO:PISA8°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 08 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Prima della Scala, standing ovation per Mattarella

Spettacoli venerdì 11 gennaio 2019 ore 06:55

Il mito di Icaro riletto da Azul

All'interno del bando di residenze artistiche #CREA il 12 gennaio Icaro di Azul e il 13 gennaio La gazza ladra di Arca Azzura



CASCINA — Al via alla Città del Teatro le prime residenze del Bando #CREA con sei compagnie professioniste vincitrici, su oltre cento domande pervenute.

Il 12 gennaio alle ore 21 Azul Teatro presenta Icaro, primo allunaggio teatrale di un progetto presentato in versione site-specific di e con Serena Gatti, musiche di Raffaele Natale.
La figura di Icaro non è fedele al mito, ma segue la versione di Luciano di Samosata in cui Icaro non cade perché impazzito e vanaglorioso ha sfidato il Sole, ma perché, preso dal terrore della vita , ha preferito volare e morire dentro ai sogni, in un estremo slancio vitale. In questa pièce lo cogliamo con uno scheletro d’ali, la sua figura assomiglia a quella di un aeronauta degli anni trenta, uno scienziato pazzo o un giovane dark disequilibrato; calato nella vita normale, Icaro prova a vivere un’altra possibilità, in un mondo di cui non conosce le leggi. La sua vicenda ci parla del giudizio della società, che condanna chi non rispetta le regole, e del coraggio del tentare, ancora una volta, per vivere.
Una performance poetica e ricca di suggestioni aperte sull’oggi, arricchite dalla forza scenica di Serena Gatti, attrice e regista formatasi alla scuola del grande teatro fisico di tradizione Grotowskiana, e Raffaele Natale, compositore e musicista e performer che coniuga la ricerca con la tradizione. Insieme nell’esperienza di Azul Teatro incrociano diverse forme di arte, come teatro, musica, danza, e poesia.
Il progetto è stato sostenuto in residenza dalla Tenuta dello Scompiglio e da Spam di Roberto Castello.
Biglietti intero 13 €, ridotto 10 €, carta dello studente 8 €, disponibili in tutte le prevendite Box Office Toscana e Ticketone www.ticketone.it e presso gli uffici da lunedì a venerdì dalle 10.30 alle 12.30 e mercoledì e venerdì anche dalle 16 alle 19 e un’ora prima dello spettacolo. Info tel 3458212494 biglietteria@lacittadelteatro.it www.lacittadelteatro.it

Secondo appuntamento con le residenze del Bando #CREA dedicato ai piccoli, domenica 13 gennaio ore 17 (unica replica) per Domenica a Teatro con La Gazza ladra , la vera storia di Pico Pico e di come Gioacchino Rossini divenne un grande musicista, di Francesco Niccolini, regia Emanuele Gamba, una produzione Arca Azzurra | L’asina sull’isola , con la collaborazione della Lele Luzzati Foundation. Se Gioacchino Rossini fosse stato bambino ai nostri giorni, in un mondo brutto e sporco e cattivo, non abbiamo dubbi: avrebbe affidato al suo amico Pico Pico la salvezza del mondo. E non abbiamo dubbio nemmeno che Pico Pico avrebbe coinvolto un esercito di ragazzini in questa opera di salvezza, perché solo i bambini – si sa – possono salvare il mondo. Perché salvarlo è un’impresa molto impegnativa, e tutto sulle spalle di una sola gazza non può stare. Un’avventura piena di coliri che vede protagonisti il piccolo Gioacchino e una gazza ladra e magica, insieme per riportare la vita sul pianeta.
Biglietti intero adulto 7.50 €, bambino 6.50 €, ridotto convenzioni 6.50 €, adulto, bambino 5


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un malore improvviso ha strappato ai suoi cari la donna. Dalla Scuola Mondo l'hanno ricordata come "una persona generosa, creativa e brillante"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

CORONAVIRUS

Cronaca